Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/02/2024 alle ore 21:13

Estero

12/07/2023 | 14:50

Match-fixing, lo studio: aumentare collaborazione tra operatori e autorità per mitigare i rischi negli sport femminili

facebook twitter pinterest
Match fixing studio aumentare collaborazione operatori autorità mitigare rischi sport femminili

ROMA – L’ International Betting Integrity Association (IBIA), l’All-In Diversity Project (AIDP), Entain, Flutter, and Stats Perform hanno diffuso uno studio innovativo sullo sport femminile e sul mondo delle scommesse ad esso collegato. Tale studio, intitolato “Breaking Barriers: Assessing Women's Sports, Betting, and Integrity Challenges”, è stato condotto dall’Università dello Sport di Colonia ed è stato presentato all’IGaming Business Live! di Amsterdam: per la prima volta viene analizzata la dimensione e le caratteristiche del mercato delle scommesse legate in particolare a calcio, tennis, basket, cricket e pallavolo femminili, esaminandone le potenziali vulnerabilità in materia di match-fixing.

Lo studio conferma che la crescita esponenziale dello sport femminile è stata accompagnata da una crescita delle scommesse ad esso relative: il calcio è lo sport che ha vissuto la crescita più importante (+20% all’anno dal 2020 in poi), seguito da tennis, basket e cricket, cresciuti del 10% nel periodo 2017/2022. Il volume di scommesse piazzate in sport femminili è cresciuto in tutti gli sport analizzati a un ritmo di circa +10% all’anno, mentre nel calcio sono più che raddoppiate; inoltre, il volume delle scommesse sugli sport femminili è cresciuto più rapidamente tra le donne che tra gli uomini.

Lo studio evidenzia, poi, come il livello di corruzione nello sport femminile sia inferiore a quello che si registra nello sport maschile, ma vengono comunque fatte alcune raccomandazioni sulle misure da adottare per contrastare il match-fixing, come: aumentare il monitoraggio e rafforzare la collaborazione tra gli organi di governo e gli operatori; sviluppare programmi di educazione mirati ad atleti e staff, per aumentare la consapevolezza sui rischi del match-fixing, promuovendo una cultura di integrità; promuovere stipendi più equi e la trasparenza economica nello sport femminile per ridurre il rischio di corruzione.

Lo studio richiama, infine, alla necessità di incrementare i dati disponibili e porre in essere ulteriori ricerche e analisi sul tema, così da approfondire la comprensione delle dinamiche del match-fixing nello sport femminile e sviluppare approcci al tema che rispondano alle peculiarità degli sport femminili.

AB/Agipro

Foto credits Fanny Schertzer CC BY-SA 3.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password