Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2022 alle ore 08:58

Ippica & equitazione

23/05/2022 | 14:33

Ippica, all’Ippodromo Snai San Siro mercoledì con in evidenza il Premio Po

facebook twitter pinterest
ALL’IPPODROMO SNAI SAN SIRO MERCOLEDÌ CON IN EVIDENZA IL PREMIO PO

ROMA - La stagione del galoppo continua senza pause all’Ippodromo Snai San Siro di Milano con la 30^ giornata programmata per mercoledì 25 maggio dalle ore 14:55 con il clou nel Premio Po, la tradizionale prova handicap di buonissima categoria sulla distanza di 1400 metri in dirittura con arrivo al terzo traguardo. Questa corsa è sempre stata una prova interessante che rispecchia il Fiume, l'handicap principale nella parte autunnale della stagione. Nel Premio Po del 2021 arrivò il successo di Ovvio, portacolori di Francesca Turri con allenatore Marco Gasparini, che anche per questa edizione 2022 tenterà di ripetersi con in sella Gabriele Malune. Staremo a vedere. Tra le altre corse, invece, sottolineiamo in apertura il Premio dedicato all'Agri - Associazione Gentlemen Riders d'Italia -. Ma andiamo per ordine partendo proprio dall’Agri, prova riservata alle amazzoni e ai cavalieri con un handicap sul miglio. Gira e rigira può essere arrivata la volta buona per il vecchio Pancake, che ha corso alla grande anche la Finale del GP Bottanelli non senza un pizzico di rammarico e con il probabile terreno allentato che lo aiuterà ulteriormente. Il top weight Ancora Drago è il rivale dichiarato e non mancherà di lanciare il suo attacco, e se Amazing Lady e Lady Badolat arrivano da una buona prestazione, ancor più pericoloso può rivelarsi Najmuddin, che rivede dopo una breve sosta. Alla seconda uscita ecco il primo dei due Handicap Limitati per gli anziani per il Premio Il Cavallo di Leonardo, sulla distanza del doppio chilometro di pista grande. Teniamo buona la linea del Locatelli di inizio aprile, con Enger che finì di poco avanti a Vento Di Passioni, ma con l’idea che la gerarchia che può confermarsi valutando le rispettive prestazioni fornite nell’Arno. Sbagliatissimo pensare che sia un match, visto che Shikami ha tutto per covare ambizioni di prim’ordine, magari con un po’ più di fortuna rispetto all’ultima volta, e con Tomiz che non si era comportato male al rientro dopo un lungo stop e che potrebbe venire bene avanti. Anche in terza si resta sul doppio chilometro di pista grande e sempre con gli anziani, protagonisti di un handicap di buona categoria valido per il Premio Ceriano Laghetto. Non si fa certo fatica a trovare delle candidature autorevoli, con una forma generale solidissima, e con Kenji che può rappresentare il miglior rapporto qualità prezzo nel gruppo, considerando i due validi piazzamenti su cui resta e la probabile quota cui sarà offerta. Shark Alert torna sulla sua distanza, Il Ginodellecacce invece nella categoria dove aveva vinto alla grande, ed altrettanto pericolosi saranno Eastern Bound e Heartfield, che ci stanno girando attorno. Tra le tante altre alternative citiamo anche Benazzi, che probabilmente troverà il suo terreno, e Un Beso, che finora non ha sbagliato niente in amatori.

Stessa categoria della prova precedente per questa quarta corsa per un handicap sul miglio di pista grande per i 4 anni ed oltre per il Premio Muggiò. Seguiamo il tentativo di bis di Diamond Dougal, che l’ultima volta ha vinto in maniera talmente convincente dal poter tenere la reazione dell’handicapper, il tutto senza considerare l’estrema consistenza delle sue performance. Signor Nilson sta letteralmente volando nel periodo e insieme a Notturno Ligure, anche lui recente vincitore, sono a capo di un’opposizione durissima, che annovera tra le sue fila anche She Looks Like Fun, Goccia Bianca e Denaar, altri elementi a cui non è precluso nulla. Come penultima di giornata l'intrigante l’Handicap Limitato sul miglio di pista grande anche questo per i soli anziani per il Premio La Montagnetta. Non inganni il campo ridotto, perché anche qui la scelta è tutt’altro che facile, con una lievissima preferenza per Bull Fighter, sempre efficacissimo su questa pista selettiva, con un peso duro ma ancora possibile e con il probabile schema tattico favorevole per il suo spunto. Ranger In Paradise è da valutare sullo stesso piano e se la può giocare serenamente, ma ancor più insidioso può rivelarsi Lord Bay, la cui carta parla per lui. Lo stesso Amintore fa paura, soprattutto in caso di terreno allentato, e nessuno si dimentica di Gerardino Jet, pure lui in corsa. Chiusura in bellezza all'Ippodromo Snai San Siro con Premio Po, tradizionale handicap di buonissima categoria sui 1.400 metri in dirittura. Parlare di pronostico è quanto mai aleatorio, vista la marea di gente brutta e cattiva al via, con i due rapporti di scuderia che senza dubbio sono dei buoni affari, perché sia la coppia formata da Harlem Shake e Ovvio, sia l’altra composta da Sopran Nausicaa e Sopran Marte, hanno entrambi i propri effettivi con chance singole evidenti, ma lo scenario è quello perfetto per proporre una soluzione a quota grassa, come Guzman ad esempio, che ha stracorso nella sua ultima sortita e sarà servito a dovere dalla verosimile durezza della corsa. Irish Girl, Niagara Mouse e Mister B sono altri tre nomi particolarmente caldi.

RED/Agipro

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password