Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/11/2022 alle ore 20:50

Ippica & equitazione

07/10/2022 | 16:29

Ippica, domenica top all’Ippodromo Snai San Siro con il Premio Verziere e il Premio Monterosa e molto altro

facebook twitter pinterest
DOMENICA TOP ALL’IPPODROMO SNAI SAN SIRO CON IL PREMIO VERZIERE E IL PREMIO MONTEROSA E MOLTO ALTRO

ROMA - Tutto pronto per la super domenica all’Ippodromo Snai San Siro galoppo di Milano che parte dalle ore 14 (cancelli aperti dalle ore 12:30 – piazzale dello Sport 16) con sette corse tra le quali spiccano il Premio Verziere – Memorial Aldo Cirla, la prova di Gruppo 3 per le femmine di 3 anni ed oltre sul doppio chilometro di pista grande, e il Premio Monterosa dedicato a John Dunlop, il tradizionale Handicap Principale sui 3.000 metri di pista grande per i fondisti di tutte le età. Ma anche le altre prove hanno tutte qualcosa di interessante come il Premio in ricordo di Maria Sacco che quest’anno porta un’edizione super lusso dell’Handicap Limitato per le femmine di 3 anni ed oltre sui 1.800 metri su pista media. Ma non solo corse ed emozioni. Per le famiglie e i bambini, infatti, lo storico ippodromo milanese apre come sempre le porte allo svago e al divertimento: per i piccoli visitatori la prova gratuita sul pony per il cosiddetto ‘Battesimo della Sella’ e anche l’area paddock con l’animazione che programma giochi di gruppo, attività ludiche e molto altro. Per i più grandi, invece, oltre alla possibilità di visitare l’area in cui sorge il Cavallo di Leonardo, la statua equestre più grande al mondo, e di visitare il parco botanico con 55 specie di piante ed arbusti provenienti da tutto il mondo, c’è la possibilità di consumare un aperitivo a bordo pista durante le corse. Insomma una domenica da non perdere con ingresso a pagamento: solo 3 euro per l’intero, mentre 5 euro per le famiglie. I minori e i disabili certificati, insieme ad un solo accompagnatore, possono accedere gratuitamente. Ma veniamo al dettaglio delle corse. Apertura tranquilla con il Premio Lucio e Ludovica Albertoni in cui le amazzoni e i cavalieri sono impegnati in un handicap sulla distanza di 2.200 metri in pista grande. Difficile andare contro il Paperone che si è visto l’ultima volta, quando ha vinto in lungo e in largo sfruttando al meglio una situazione tattica assolutamente perfetta; qui potrebbe non venirgli altrettanto bene, ma la nomination non si discute. Agent Zero e Mati Megabyte gli sono finiti dietro ma hanno i numeri per provare la rivincita, mentre Nabbeyl e Daoub sono quelli che possono sparigliare le carte con qualche speranza di vittoria. A seguire il Premio Piazza Mercanti, ovvero la prima delle tre corse di questa giornata riservate ai puledri di 2 anni è la nursery di buona categoria per i velocisti sui 1.200 metri. Royal Rachel è in cima alla scala dei pesi non certo a caso e debutta in perizia con tutte le possibilità del mondo per fare subito centro, ma, ad una quota verosimilmente più golosa, si può tentare il tentativo di bis di Blu Agenda, che ha letteralmente scherzato nella prima nursery della stagione, sia pur di categoria inferiore, suggerendo con forza di avere ancora tanto di buono da spendere. Finisterra invece affronta un compito meno gravoso mentre Bay Heaven prova ad accorciare la distanza. Anche alla terza corsa resta in azione la generazione più giovane per il Premio Doncaster, una ‘vendere’ sui 1.500 metri sulla pista media. Nessuno stupore se il campo partenti è proprio della categoria, con una scelta finale molto logica orientata verso Optically, che affronta per la prima volta la distanza, ma con un curriculum tale per cui alla vigilia sia quella da battere. Montreal era stato oggetto di qualche chiacchiera al debutto e può serenamente trovare il suo spazio scendendo subito di categoria mentre Elegant Drago vale verosimilmente di più di quel pochino che ha fatto vedere finora. Light In Raja è già esperta e qualche rifermento a questo livello ce l’ha, sia pur non superlativo. L’edizione super lusso del Premio Maria Sacco, è un Handicap Limitato per le femmine di 3 anni ed oltre sui 1.800 metri su pista media che ricorda un personaggio che tutta la zona di Milano San Siro non potrà mai scordare. Nel marasma generale non pare una cattiva idea affidarsi al rapporto di scuderia a tre, soprattutto con Hobby Night e Sopran Nausicaa che hanno ottime possibilità singole, con la top weight che l’ultima l’ha corsa alla grandissima. Ma qui contano davvero in tantissime, con No Waltz e Thunder Panther una più cattiva dell’altra, con Valzer e Lady Argento a loro volta ultra toniche, con Lucirex che non si discute e magari una Woman Of Ciprea che a questo livello può fare il botto. Alla quinta prova aumenta la tensione e la passione del pubblico con l’edizione 2022 del Premio Monterosa – Memorial John Dunlop, tradizionale Handicap Principale sui 3.000 metri di pista grande per i fondisti di tutte le età. Fambrus deve concedere tanti chili ma, insieme a Caterpillar, sarà certamente tra i più gettonati, e a ragion veduta, e sullo stesso piano si collocano Igazgato e Miracle Of Love, entrambi papabili più che seri. Lo scenario tuttavia si presta ad una risoluzione a quota grassa, e allora si può tentare Iskanderhon, forse nel momento migliore della carriera italiana e adattissimo alla distanza. Nessuno poi si dimentica del lanciatissimo Milanolight, cresciuto in maniera pazzesca nell’anno. Il clou del programma è piazzato come sesta corsa: il Premio Verziere, come sempre dedicato alla memoria di Aldo Cirla, e sponsorizzato da Arqana, è una corsa di Gruppo 3 per le femmine di 3 anni ed oltre sul doppio chilometro di pista grande. Pronostico decisamente rivolto verso Sippinsoda, i cui numeri prodotti nel Chloe e nel Saint-Alary settano uno standard molto elevato e difficile da battere, e senza contare la facile affermazione al rientro. Le tedesche Norge e Atomic Blonde sono le prime rivali, e attenzione anche a Stella, una possibile sorpresa in chiaro progresso, e se Sopran Basilea e Cima Star venderanno come sempre cara la pelle, la nostra giovane Atamisque trova la situazione perfetta per legittimare le sue ambizioni. L’avvincente domenica di corse all’Ippodromo Snai San Siro di Milano si chiude con i 2 anni, impegnati nella seconda nursery del programma, quella sul miglio di pista media di buona categoria per il Premio Duomo di Milano. Regency Buck ha appena chiuso a suo favore una situazione analoga a Roma e potrebbe replicare nonostante i chili di penalità, ma ancor più di lui stuzzica Emperor Jade, finora sempre positiva e con tutte le cose a posto per cercare il bottino pieno. Gino Jet torna su distanza più congeniale dove ha fatto vedere di saper galoppare, ma pure Sebah Il Guerriero e Lacrima D’Amore si presentano al via con ottime credenziali.

RED/Agipro

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Ippica Capannelle galoppo

Ippica, Capannelle: ultima domenica dell’anno per il galoppo

25/11/2022 | 17:30 ROMA - Convegno di grande interesse quello in programma nell’ultimo sabato di novembre a Capannelle. Otto corse, vista la divisione della prova riservata agli aspiranti allievi, e saranno proprio questi ad aprire il convegno...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password