Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/10/2022 alle ore 10:50

Ippica & equitazione

19/09/2022 | 12:10

Ippica, Capannelle: definito il quadro dei partenti del 95° Derby Italiano del Trotto e delle Oaks del 9 ottobre

facebook twitter pinterest
Ippica Capannelle Derby Italiano Trotto Oaks 9 ottobre

ROMA - Con le batterie disputate ieri pomeriggio all'Ippodromo Capannelle, abbiamo finalmente il quadro completo dei 14 finalisti che il prossimo 9 ottobre si contenderanno il prestigiosissimo 95° Derby Italiano del trotto. Ai due già qualificati Dimitri Ferm e Dundee As, si sono aggiunti gli altri 12 cavalli classificati ai primi quattro posti nelle tre batterie in programma oggi: Dolce Viky, Denver Gio, Dardo Zack, Dea Grif, Danger Bi, Desiderio d'Esi, Dakovo Mail, Dayton, Denzel Treb, Duca As, Dante Clemar, Diamond Truppo.

Batteria A
Clamoroso en-plein per Alessandro Gocciadoro e il suo team: Dolce Viky (outsider da 40 contro 1 al betting), Denver Gio e Dardo Zack (guidato personalmente da Alessandro) sono stati capaci di occupare i primi tre posti al traguardo. Dolce Viky è risalito presto dalla seconda fila e a metà gara è andato a posizionarsi a lato della battistrada e favorita Dea Grif che cercava di rifiatare, per liquidarla già sul finire della curva finale. Dardo Zack ha provato a seguire il vincitore nella fase finale ma così facendo ha offerto il fianco allo scatto interno di Denver Gio che ha chiuso anch'esso in piena spinta con un promettente posto d'onore. Dea Grif è andata in chiaro debito di ossigeno alla distanza, ma ha salvato il quarto posto.

Batteria B
E' stato per molti mesi l'unico esponente della generazione 2019 a tentare, senza esito, di scalzare dal ruolo di leader generazionale il fantastico Dimitri Ferm che domenica 9 ottobre sarà al via nella finale del 95° Derby Italiano del Trotto da netto favorito: si tratta di Danger Bi che siglando in scioltezza la prima (in ordine cronologico) delle tre batterie di qualificazione del Derby ha confermato il suo ruolo di principale credibile alternativa al coetaneo. Il portacolori della Scuderia Biasuzzi (guidato personalmente dal proprietario Mauro Biasuzzi) si è avviato con la consueta cautela ma si è messo in azione al largo dopo la prima curva e ha comandato sicuro fino all'arrivo, davanti a Desiderio d'Esi che rappresenterà la seconda, importante pedina di Mauro Baroncini per la finale del 9 ottobre. Dakovo Mail e l'outsider Dayton, giunti rispettivamente terzo e quarto sul traguardo, si qualificano per il Derby. 

Batteria C
Indiscusso leader della generazione nel 2021, Denzel Treb si è riproposto in evidenza nel giorno importante delle batterie del Derby. Finalmente gratificato di un favorevole numero di partenza (1), il figlio dell'americano Nuncio lo ha sfruttato per rimanere in seconda posizione nella scia del leader Diamond Truppo per poi scattare a 200 metri dal traguardo e vincere facilmente. Dopo un accorto percorso in corda, in retta di arrivo Duca As ha reperito un bel varco per linee interne ed è finito buon secondo anticipando la gran rincorsa dalle retrovie del cresciuto Dante Clemar (davvero ottima la sua prestazione) che è stato anch'esso capace di battere il calante Diamond Truppo, deludente ma comunque quarto e qualificato per il Derby.

Risultati Batterie Oaks

Così come per il Derby, con la corsa delle tre batterie in programma è stato definito lo schieramento delle quattordici concorrenti che si disputeranno le Oaks del Trotto. Oltre alla già qualificata Doni Maker, vincitrice del Campionato Femminile dei 3 anni, vanno ad aggiungersi le prime quattro arrivare di ciascuna delle tre batterie corse nel pomeriggio, con l'aggiunta della quinta classificata con il miglior tempo: Due Italia, Dorothy Bar, Daytona Roc, Danish As, Doroty degli Dei, Delicious Gar, Dublin Fi, Doyourbest, Diva EK, Divina Trio, Don't Say Gar, Daughter As, Dacia del Ronco.   

Batteria A
Sarà l'indiscussa favorita della finale delle Oaks perché ha dimostrato in lungo e in largo di essere la migliore femmina della generazione 2019: parliamo di Due Italia che  ha dato un saggio della sua classe e delle sue possibilità davvero da fuoriclasse. L'allieva di Mauro Baroncini, come sempre affidata ad Andrea Farolfi, ha dominato la Batteria A guidando dallo stacco della macchina e operando accelerazione violenta negli ultimi 600 metri grazie alla quale si è progressivamente isolata dalle avversarie. Dietro di lei, squalificata Desdemona Sage per irregolarità, si sono qualificate per la finale del 9 ottobre Dorothy Bar, Daytona Roc, Danish As.

Batteria B
Un vincitore da 40 a 1 nell'ultima delle tre batterie del Derby, una vincitrice addirittura da 50 contro 1 nell'ultima (la B) delle Oaks del Trotto. La bisbetica ma dotata Doroty degli Dei, allieva di Enrico Bellei, è partita bene dalla seconda fila, ha quindi atteso gli ultimi 250 metri per produrre il suo violento cambio di marcia e in retta di arrivo ha preso chiaro sopravvento sulla favorita Delicious Gar che ha confermato il suo notevole livello agonistico rimanendo netta seconda davanti a Dublin Fi. Il photofinish ha premiato con il quarto e ultimo posto utile per entrare in finale la calante Doyourbest che si è sottratta di pochissimo a Diva Ek (quest'ultima qualificata anch'essa per la finale come quinta con il miglior tempo di 1.12.9).

Batteria C
In questa batteria il pronostico era tutto per Alessandro Gocciadoro e le sue due allieve Don't Say Gar e Daughter As con la prima nettamente anteposta nelle quote alla seconda ma entrambe hanno dovuto incassare una netta sconfitta da una Divina Trio presentata in maniera impeccabile da Loris Ferro e condotta con la consueta perizia dal giovane Marco Stefani. Dietro di lei Don't Say Gar ha regolato la compagna di training Daughter As per la piazza d'onore ed entrambe hanno naturalmente guadagnato la qualificazione per la finale, privilegio appannaggio anche di Dacia del Ronco, quest'ultima però promossa a tavolino per una penalizzazione inflitta a Damore Mail, netta quarta sul traguardo.

RED/Agipro

Foto: ph.  Domenico Savi

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password