Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 05/12/2022 alle ore 14:30

Ippica & equitazione

30/09/2022 | 14:35

Ippica, domenica all’Ippodromo Snai San Siro con sette corse: tra i protagonisti in pista emergono i puledri

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai San Siro

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro sarà una domenica che chiude il bel fine settimana sulle piste del galoppo di Milano che nel sabato precedente presenta il Premio Vittorio Riva, il Criterium Nazionale e il Coolmore. Un 2 ottobre, quindi, ‘ordinario’ ma sicuramente ricco di spunti per tutti gli appassionati. A partire dalle ore 14:20 le sette prove del programma vedono protagonisti i 2 anni e i 3 anni su diverse distanze. Andando in ordine di riunione, i primi a scendere in pista sono quelli del Premio Basilica di San Lorenzo, una maiden sul miglio di pista media per maschi e castroni di 2 anni. Dadream è finito piuttosto distante dai primi due nel suo debutto, ma al di là del valore di chi lo ha preceduto, solamente alla fine si è messo a galoppare con efficacia, e questa esperienza gli avrà senza dubbio molto giovato. Eternal Desire e Love Revolution, citati in leggero ordine di preferenza, sono due avversari tanto seri quanto agguerriti, mentre andrà monitorato sul mercato l’inedito Tutto Scorre. Segue il Premio Museo del 900, sempre con la generazione più giovane e sempre una maiden ma con la distanza sui 1.800 metri di pista media. Non mancano gli elementi che si sono già fatti apprezzare, e vedremo chi tra questi gradirà di più l’allungamento della distanza, un suggerimento che era giunto da Maleducata ad esempio, che oltre a questo, sarà ulteriormente portata avanti dal fattore esperienza. Esperienza che invece è tutta a favore di Certaldo, affidabile e sicuro protagonista, esattamente come Gino Jet, che finora ha corso solo fino ai 1.500 metri. Molto pericoloso anche Zar Bitter, che ha corso bene contro un paio di avversari che la volta dopo sono finiti primo e secondo confermando la linea. Come terza uscita, invece, il primo handicap del pomeriggio per il Premio Serio; si tratta di una categoria più che buona per cavalli veloci sulla distanza di 1.200 metri. Ci sarebbe ben poco da dire se Sopran Marjorie ripetesse la prestazione ultra solida che ha prodotto nel Cancelli la scorsa settimana, nonostante la reazione dell’handicapper e l’impegno ravvicinato. Beautifu Mistakes capeggia non solo la scala dei pesi ma anche la lista degli avversari, e le sue possibilità di vittoria sono logiche, con una citazione a parte che la meritano anche Luke Skywalker e Ater Effect, virtualmente inseparabili. Occhio a Passatello, appena rientrato e in possibile progresso. Alla quarta corsa, per il Premio Santa Maria delle Grazie, tornano protagonisti i puledri ma per la divisione al femminile per una maiden sul miglio in pista media. Situazione molto interessante visto che c’è un bel numero di puledre alla seconda uscita dopo un’introduzione promettente, e se Fairy Bobby sarà la probabile favorita dopo aver battagliato ad armi pari contro un elemento al di sopra della media, la scelta cade su Strong Enough, che avrebbe addirittura potuto fare subito centro con un pizzico di fortuna in più, senza contare che ha già affrontato curva e distanza e che verrà certamente dopo aver assaggiato il clima agonistico. Fidarsiemeglio e Sharaze seguono immediatamente nella valutazione. Per il Premio Dario Pellegata, come quinta prova, ancora i 3 anni che hanno a disposizione un handicap di ottima categoria sul doppio chilometro in pista media. La forma generale è un po’ al di sotto dello standard della categoria, ma molti erano al rientro e ora possono tornare sui loro numeri, ecco perché pare una mossa saggia affidarsi al rapporto di scuderia formato da Sopran Teodora e Sopran Pechino, che hanno entrambe concrete chance singole, con la prima citata che trova una discreta occasione per debuttare in perizia. Ultimo Tango alza un po’ il tiro, ma è reduce da una valida piazza d’onore e ha già vinto a San Siro in primavera, e attenzione ad Honey World in caccia di riscatto. Alla penultima del programma tutto da vedere il Premio Tanaro, un handicap sui 1.400 metri in dirittura per 3 anni ed oltre di buona categoria. Corsa molto incerta, con una soluzione golosa come Invincible Ibra, reduce da una prestazione in grandissima ascesa che potrebbe addirittura replicare, contando logicamente su un ulteriore passo avanti che a questo punto può marcare. Il suo runner-up Danny Ocean sarà ancora in prima linea e con lui ci sarà pure Directory, che ha appena vinto una corsa pazzesca a livello inferiore, ma la cui efficacia non si discute nemmeno in questa categoria. Bias Power, Harlem Shake e Cool And Dry non stanno volando, ma abbassano il tiro. La chiusura della 50^ giornata stagionale di galoppo all’Ippodromo Snai San Siro di Milano è il Premio Umberto Pianca, l’handicap per i 3 anni buoni sul miglio in pista media. Se Amola rappresenta una scelta solida, vedendo la consistenza del momento che sta vivendo, Sopran Dublino ed Eutropia faranno sicuramente la loro parte, mentre Porta Venezia non sarà quella dell’ultima volta, soprattutto tornando su una distanza più congeniale. Lo stesso De Troisville si è rivisto pimpante e può dire la sua.

RED/Agipro

Foto: Dena - Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password