Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/02/2024 alle ore 21:13

Ippica & equitazione

15/09/2023 | 17:30

Ippica, all’Ippodromo Snai San Siro continua la stagione di galoppo dopo la pausa estiva. Domenica programma con otto prove tra cui il premio Bessero, il Fassati e il Cancelli

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai San Siro continua stagione galoppo pausa estiva Domenica programma otto prove Bessero Fassati Cancelli

ROMA - Domenica 17 si torna a correre all’Ippodromo Snai San Siro di Milano dopo la pausa estiva e il grande successo per aver ospitato l’Europeo di salto ostacoli tra fine agosto e inizio di questo mese. Il calendario della seconda parte stagionale di galoppo, valida per la sessione autunno/inverno, parte con la 29^ giornata strutturata su otto corse a partire dalle ore 14:10 (apertura cancelli di piazzale dello Sport 16 dalle ore 12). E tra queste otto balzano all’attenzione le ultime tre prove: la prima di queste è il Premio Pietro Bessero, listed riservata alle femmine di 3 anni ed oltre, impegnate sulla distanza del miglio su pista grande. Tra le partenti i favori sono rivolti verso Estrosa, splendida protagonista di una primavera in crescita culminata con la piazza d’onore del Regina Elena e l’ottimo quarto posto delle Oaks. Non se la porta da casa però, perché Swipe Up ha un curriculum che parla da solo, con la prestazione del Vittadini particolarmente solida e perché Hey Honey e White Lips sono due ottimi elementi che avranno il vantaggio di essere già rientrate. Evina non si è confermata a 3 anni ai livelli top, ma torna su questa distanza e qui arrivò seconda nel Dormello, e se Spanish è una velenosa mina vagante, non si deve sottovalutare Eliana, che sta crescendo.

Dopo il Bessero, alla settima corsa del programma, troviamo la seconda listed del pomeriggio con il Premio Mse Ippolito Fassati – Trofeo Goffs Irlanda, prova tradizionale per i cavalli di 3 anni e da poco tempo accorciata sul miglio in pista grande. Teniamo buona la linea del Premio Estate con Arabian Legend che aveva replicato una vittoria assolutamente promettente, confermando nel contempo di poter essere un nome importante, soprattutto su questa distanza. Alle sue spalle finirono il regolarissimo Wide Sea e un Mangiafuoco in parabola ascendente, che ovviamente contano molto, così come non può non contare Amabile, che aveva chiuso maluccio la stagione scorsa ma con le attenuanti e che resta il runner-up del Parioli. My Eternal Love si presenta da una prestazione notevole in progresso e nessuno si dimentica delle due ospiti estere, con Palerma che se ripetesse il terzo posto del La Grotte sarebbe un osso molto duro.

A chiudere il trittico delle prove clou il Premio Cancelli, da quest’anno Handicap Principale di tipo A per i velocisti di 3 anni ed oltre sui 1.200 metri. Una chiusura quanto mai adeguata, dove la scelta pende tra I Know Whye Raifan, i due top weight non certo a caso, tra loro virtualmente inseparabili, ma con il primo leggermente preferito in virtù dell’ultimo scontro diretto a suo favore e di uno steccato migliore. Sbagliato però pensare ad un match, con Gauss pronto a mettersi in mezzo, ma pure con Beautiful Cindy e Sopran Akilios che salgono di livello dopo vittorie che autorizzano il tentativo. Da non sottovalutare neppure Jack Folla, che alza anche lui il tiro.

Tornando all’ordine del programma, la partenza della giornata dalle ore 14:10, vede in pista il Premio 135^ stagione d’autunno, ovvero una maiden per i cavalli di 2 anni sulla distanza di 1.500 metri di pista media. Pisa Secret ha debuttato bene e sull’auspicabile progresso sarà tra i più gettonati, ma ancor di più convince Billy Jango, reduce da un secondo posto solidissimo in cui aveva ripreso le promesse fatte in un esordio assolutamente migliore di quanto non dica il risultato. Kadegliano si è messo molto bene in luce in estate e sarà un fattore, mentre bisognerà vedere cosa dirà il mercato per gli inediti, tra i quali segnaliamo Lollo. Anche alla seconda prova si resta sui 1.500 metri della pista media ma per il Premio Ferruccio Gorni, tradizionale condizionata per i maschi di 2 anni che preparano il Riva del 01 ottobre. Pochi ma buoni, e tutti con chance, e se Fly By Fly migliorerà senza dubbio spostato su una pista selettiva e avendo guadagnato in esperienza, una leggera preferenza si accorda a Pamunkey, che ha prontamente riscattato una seconda apparizione un po’ al di sotto delle attese con una vittoria in maiden molto autorevole e in linea sull’ottimo debutto. Burrobirra e Master sono inseparabili e sono già molto rodati mentre Gaeli arriva da una prova fuori quadro che non fa troppo testo.

È dalla terza corsa che scendono in pista le femmine, sempre di 2 anni, per la maiden gemella di quella di apertura sempre sui 1.500 metri su pista media per il Premio Teatro del Cavallo. Non si inventa niente e si va dritti con Zarina, battuta di pochissimo al debutto alle Capannelle in cui ha confermato le credenziali della vigilia, senza contare che l’esperienza della corsa la porterà avanti molto. Quest’ultima valutazione vale certamente anche per Tajine, ancora più bisognosa di assaggiare il clima agonistico, con la stessa tedesca Tech Solution che ha fatto vedere a Merano di saper muovere le gambe. Occhio a Nunu, che finora ha mostrato solo a sprazzi il suo potenziale, con l’inedita Sujaya che va monitorata sul mercato.

Si continua ancora con la generazione più giovane in azione per la condizionata riservata ai velocisti sui 1.200 metri intitolata alla storica bookmaker Ancilla Ferrario. Amorevole è la favorita tecnica della corsa, avendo vinto in ottimo stile l’Avvenire e soprattutto replicando la prestazione con il secondo posto del Primi Passi, ma, strizzando l’occhio alla quota, si può tentare con Portomatto, che nel Primi Passi aveva forzato molto nella prima parte di corsa calando nel finale e che, a sua volta, aveva in precedenza siglato una prova di selezione come l’Alberto Giubilo a Roma. Molto intrigante anche Eternal Blossom, che rivede dal Poncia, vinto con il circoletto rosso.

Alla quinta corsa di nuovo le femmine di 2 anni per l’ultima corsa per i giovanissimi, la condizionata sui 1.500 metri sponsorizzata dalla Goffs Irlanda. Anche qui il livello è adeguato alla categoria, con Beauty Of Tuscany che sarà l’ovvio punto di riferimento del quintetto alla luce del doppio piazzamento in listed, soprattutto quello del Mantovani, dove ha superato l’esame distanza. Quel giorno Confort Zone ha corso al di sotto delle aspettative, ma nelle due precedenti apparizioni aveva mostrato ben altro e potrebbe ribaltare la linea sfavorevole. L’Incorreggibile dal canto suo si è segnalata in ascesa e proverà a fare un altro passo avanti. Prossimo appuntamento con le corse di galoppo all’Ippodromo Snai san Siro mercoledì 20 settembre.

RED/Agipro

Foto Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password