Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/05/2024 alle ore 20:32

Ippica & equitazione

03/07/2023 | 14:30

Ippica: super martedì all'ippodromo Snai San Siro con i primi passi, il Premio Giuseppe De Montel e il Gino e Luciano Mantovani

facebook twitter pinterest
Ippica: super martedì all'ippodromo Snai San Siro con i primi passi il Premio Giuseppe De Montel e il Gino e Luciano Mantovani

ROMA - Un martedì 4 luglio davvero speciale quello che si vivrà all’Ippodromo Snai San Siro di Milano per una 27^ giornata stagionale che partirà dalle ore 17 (cancelli aperti dalle ore 16) con sette corse tra le quali spiccano, in ordine di importanza, il Premio Primi Passi, Gruppo III dalla grandissima tradizione riservata ai cavalli di 2 anni sui 1.200 metri in pista dritta, e poi il Premio Giuseppe De Montel, per i 2 anni maschi e castroni sui 1.400 metri di pista media, e la prova gemella, ma per le femmine, valida come Premio Gino e Luciano Mantovani. A corollario anche il Premio Lombardia, durissimo ed affascinante Handicap Principale di tipo A sul miglio e mezzo di pista grande per i cavalli di 3 anni ed oltre, e in chiusura di programma l’handicap per i 3 anni sul doppio chilometro di pista media sponsorizzato da Master For Horse. Ma andiamo nel dettaglio di un pomeriggio senza esclusioni di colpi. Partiamo dall’apertura con il Premio S.G.A. Asta Selezionata 9 Settembre 2023, una maiden sui 1.500 metri sempre per i cavalli di 2 anni e che, carta alla mano, vede Pamunkey emergere tra i partenti. Autore di un esordio assolutamente valido e battuto solo da uno dei favoritissimi del De Montel, l’auspicabile progresso è atteso sulla pista di Milano. Anche Barno e Dusan, attesi nel loro comune debutto, possono correre in progresso, esattamente come Verde Costellation. Sarà poi il betting a dare qualche indicazione circa gli inediti Arnos e soprattutto Secret Boss. Alla seconda corsa si entra nel vivo della giornata con il Giuseppe De Montel, listed race in cui la nomination è quasi obbligatoriamente rivolta verso Orso, imbattuto nelle due sortite della carriera sulla pista e la distanza e sempre lasciando delle ottime sensazioni, addirittura facendo intendere con chiarezza di poter offrire di più. Grand Grey ha vinto da favorito al debutto e si rispetta molto, e si rispetta altrettanto Enjoy The Summer, battuto da entrambi i citati ma correndo ugualmente benissimo considerando anche il carattere molto verde. Melfi e Master dal canto loro hanno migliorato molto i rispettivi debutti con delle valide vittorie in maiden, e occhio anche a Gaeli, che dovrebbe gradire la distanza più lunga. Dopo i maschi del De Montel, ecco le femmine di 2 anni della prova gemella dedicata alle figure di Gino e Luciano Mantovani, sempre sulla distanza di 1.400 metri in pista media. Ovviamente non si possono escludere progressi importanti da qualche elemento che ha già suggerito, come Sopran Adda ad esempio, ma sulle impressioni suscitate, ci si concentra sulla coppia formata da Sioux Life e Confort Zone, che arrivano entrambe da vittorie di ottimo spessore tecnico, e se la prima citata si era lasciata nell’occasione bene alle spalle il debutto, la seconda si è confermata, avendo già in precedenza dato una notevole impressione di consistenza, meritando pertanto una lieve preferenza. Beauty Of Tuscany è già piazzata in listed e intriga sulla distanza più lunga. A metà riunione il Premio Master For Horse Mile, un handicap di ottima categoria per i 3 anni sui 1.600 metri di pista media sponsorizzato dalla Master For Horse. Campo partenti e forma generale al top, e tra le tante e valide alternative indichiamo MERAN, che ha tutto per poter puntare al bottino pieno, compreso lo steccato. Al contrario Regency Buck ha pescato male, ma pure lui arriva da un paio di piazzamenti ultra solidi, e se Rough Rustic conta ancora molto nonostante il top weight, in quanto a condizione non scherza niente neppure Taipan Kill. Vengo Anch’Io e Devo Andare stuzzicano a loro volta per motivi differenti, mentre sarà da testare a questi livelli Est Dei Grif, che ha due vittorie in tre uscite a livelli ben inferiori. Alla quinta ecco il Premio Lombardia, Handicap Principale di tipo A sul miglio e mezzo di pista grande per i 3 anni ed oltre che si preannuncia molto combattivo. Quantità e qualità, infatti, abbondano e anche qui ci si può sbizzarrire, con possibile nomination per Que Tempesta, forse un po’ caratteriale, ma dallo spessore tecnico impeccabile e con il mirino puntato a questo target da lontano. Il Grande Black e Cime Tempestose saranno altri due gettonatissimi, e i loro curricula spiegano bene il perché, ma pure Igazgato e il lanciatissimo Sopran Pechino hanno le loro brave chance. Capotempesta è un altro che non si può non citare ed affascina la sfida del giovane Elegant Drago. Il clou della giornata milanese è posta come penultima, alle ore 20:05, ed è il Premio Primi Passi, prova di Gruppo III dalla grandissima tradizione affidata ai cavalli di 2 anni impegnati sui 1.200 metri. Corsa splendida, ci sono tutti, compreso un invader pericolosissimo come il tedesco Emir, che ha vinto una prova sempre molto buona a Baden Baden, anche se la scelta finale non può non essere orientata verso Folgaria, imbattuta in tre sortite e assolutamente terrificante nel Crespi. Ci sono altri sei elementi che arrivano da almeno una vittoria, molti dei quali in chiaro miglioramento, tra cui, forse, Portomatto e Mr Bayonetta, paiono in più autorevoli, ma pure i vincitori di maiden sulla pista Apollo Theatre e Little James hanno suggerito di avere ancora molto da offrire. In attesa dell’ultima giornata programmata per venerdì 7 luglio, il martedì all’Ippodromo Snai San Siro si chiude con il Premio Master For Horse Classic, un handicap per i 3 anni sul doppio chilometro di pista media. In linea teorica contano in tanti, e anche in pratica, ma se Conte Attilio ripete la prestazione notevolissima su cui rimane, non ci sono chili ed avversari che tengano, anche se finora non si era mai visto così. Chi non ci crede ne ha parecchi da considerare, come i qualitativi debuttanti in handicap Love Tonight e Alpha Source, o come i regolarissimi For The Faithful ed Emperor Jade, oppure come Last Born, non a caso ancora maiden in carriera ma assolutamente pronto ad esplodere. Nessuno si dimentica di Enrico Dei Grif, ma ce ne sarebbero altri.

RED/Agipro

Foto credits Dena - Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password