Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/10/2022 alle ore 20:35

Ippica & equitazione

22/09/2022 | 08:52

Pratoni 2022, si parte con il dressage

facebook twitter pinterest
Pratoni 2022 si parte con il dressage

ROMA - Dopo i Mondiali di concorso completo, oggi ai Pratoni del Vivaro avranno inizio i Mondiali di attacchi. Ieri tutto liscio alla 'horse inspection' dei cavalli (solo uno da rivedere) e quindi confermati al via i 37 driver di 16 nazioni che prendono parte ai FEI Driving World Championships 'four-in-hand', cioè i Campionati del Mondo per i tiri a quattro. Il programma iridato prevede per oggi e per venerdì le due giornate dedicate al dressage, rispettivamente divise in due sessioni con inizio alle ore 10 e alle 14.30. Sabato si disputerà la spettacolare maratona alle 10, domenica conclusione con i coni alle 10 e alle 14, con il secondo e ultimo appuntamento riservato ai Top 20 che si contenderanno la vittoria finale.Sei le nazioni in lizza per la classifica a squadre: Australia, Belgio, Francia, Germania, Olanda e Ungheria. Concorrenti invece solo a titolo individuale per Austria, Polonia, Italia, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera e Uruguay.

Quella degli attacchi è l'unica disciplina equestre in cui il cavallo non viene montato ma 'attaccato' ad una carrozza. Le regole della combinata di attacchi ricalcano in tutto e per tutto quelle del completo. Gli attacchi possono essere singoli, pariglie o tiri a quattro, a seconda del numero dei cavalli impiegati. I concorrenti vengono prima valutati in una prova di dressage, che comprende anche la presentazione alla giuria dell'attacco e dei cavalli stessi.

La seconda fase è la maratona, che mette alla prova la velocità e la resistenza. Infine c'è la prova tra i coni, per mostrare la precisione e l'obbedienza dell'equipaggio. Il dressage è una prova che si svolge all'interno di un'arena di 40x100 m in cui devono essere eseguite alcune figure obbligatorie. La maratona è un vero e proprio rally che culmina in una prova finale che prevede una serie di ostacoli, arricchiti con elementi naturali come l'acqua, pendii ripidi e veri e propri labirinti. La prova di guida tra i coni è l'ultima. Si svolge in un'arena in cui, normalmente, sono posizionate venti coppie di coni, ciascuna con una palla in equilibrio sulla sommità. Si tratta di uno slalom a cronometro.

Il totale dei punti acquisiti nelle tre prove determina il piazzamento finale. Mentre nella prova di dressage si giudicano la precisione nell'esecuzione dei movimenti e l'eleganza, nelle prove di maratona e di guida tra i coni il tempo gioca un ruolo fondamentale, poiché vengono assegnate penalità in caso di ritardo rispetto ai tempi consentiti e di errori agli ostacoli.

RED/Agipro

Foto credits Massimo Argenziano

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password