Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2022 alle ore 09:45

Ippica & equitazione

26/09/2022 | 19:10

Pratoni 2022, un evento che lascia il segno

facebook twitter pinterest
Pratoni 2022 un evento che lascia il segno

ROMA - Il sipario sui FEI World Championships Pratoni 2022, è calato ieri e l'eco del successo organizzativo dell'evento, che nei quindici giorni ha visto ben 51.000 presenze tra spettatori e addetti ai lavori, è già grande. «I FEI World Championships 2022 di concorso completo e attacchi ai Pratoni del Vivaro hanno superato tutte le nostre aspettative. È stato incredibile assistere alla graduale trasformazione di questo storico impianto e vedere i nostri atleti, cavalieri, amazzoni e cavalli, sistemati in strutture di prim'ordine grazie alle quali abbiamo vissuto due fantastiche settimane di sport. Questi Mondiali sono un'altra pietra miliare nella grande tradizione equestre dei Pratoni del Vivaro e siamo fiduciosi che la Federazione Italiana Sport Equestri continuerà a rafforzare il suo successo per garantire un'eredità duratura. Vorrei ringraziare l'Event Director Giuseppe Della Chiesa, il presidente della FISE Marco Di Paola e il segretario generale Simone Perillo per il loro impegno e la loro dedizione nell'organizzare questi Mondiali memorabili», ha detto Ingmar De Vos, presidente della FEI.

A ribadire il successo della manifestazione, poi, anche Marco Di Paola, presidente FISE, che ha sottolineato come «i FEI World Championship di Concorso Completo e Attacchi sono stati il miglior biglietto da visita del made in Italy, nel campo dell'organizzazione di eventi sportivi. Un successo sottolineato dalla presenza delle 51 mila persone che nelle due settimane hanno assistito alle competizioni. Gli apprezzamenti ricevuti dagli addetti ai lavori e soprattutto da parte del presidente del CIO, Thomas Bach, che ha visitato l'impianto equestre di Rocca di Papa ai Pratoni del Vivaro, già sede delle sono stati per noi la più autorevole conferma. Così come avviene per lo CSIO di Piazza di Siena anche per i Pratoni del Vivaro l'obiettivo della Federazione è sempre stato quello della valorizzazione dell'impianto e dei luoghi che lo ospitano. Il nostro è uno sport che si pratica in mezzo alla natura e a noi va la responsabilità di rispettarla e preservarla, realizzando eventi eco-compatibili e sostenibili». Sulla stessa lunghezza d'onda anche Sabrina Ibanez, segretario generale della FEI che ha voluto porre l'accento sulla «bellezza naturale dei Pratoni del Vivaro ha fatto da sfondo spettacolare a questi FEI World Championships 2022 di completo e attacchi, e questa location è stata un eccellente esempio di come lo sport equestre tragga ispirazione dai grandi spazi aperti. Il successo dei Mondiali è stato misurato non solo per i risultati sportivi nelle due discipline, ma anche dal duro lavoro, dall'impegno e dalla passione che ogni persona coinvolta ha messo nella realizzazione di questo evento. Vorrei estendere i miei più sentiti ringraziamenti alla Federazione Italiana Sport Equestri, al Comitato Organizzatore, nonché a tutti i volontari e agli spettatori che hanno dato vita a questi Mondiali e reso queste ultime due settimane davvero memorabili».

Complimenti che arrivano anche da Tim Hadaway, direttore dei massimi eventi internazionali della FEI, pronto a sottolineare come questi «FEI World Championships 2022 di completo e attacchi ai Pratoni del Vivaro passeranno sicuramente alla storia per la qualità degli impianti, il livello delle gare e la passione degli spettatori locali e internazionali. Faccio le congratulazioni al Comitato Organizzatore per l'ottimo lavoro svolto e per aver dimostrato come l'efficace collaborazione tra la FEI, le città ospitanti, le autorità locali, i media e le emittenti Tv possa elevare il profilo dello sport equestre». Infine c'è anche Giuseppe Della Chiesa, Event Director, a porre l'accento sulla perfetta riuscita dell'evento. «Il primo obiettivo di un grande evento sportivo come è un campionato del mondo è assicurare che tutto l'aspetto organizzativo relativo alla parte tecnica sia garantito nei minimi dettagli.  Posso tranquillamente dire che abbiamo centrato l'obiettivo come testimonia la corale approvazione arrivata attraverso le congratulazioni di quanti sono stati in questi giorni ai Pratoni del Vivaro nel ruolo di protagonisti. Gli storici impianti sono stati praticamente ripristinati ex novo e tutti i lavori sono stati realizzati nel segno della massima modernità e della eco-sostenibilità che l'utilizzo di un Parco Nazionale ovviamente metteva in primo piano. L'Italia ed il mondo degli sport equestri hanno riconquistato un centro di eccellenza che è tornato all'altezza della fama guadagnata in oltre sessant'anni di storia», conclude.

RED/Agipro

Foto credits Massimo Argenziano

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password