Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/06/2024 alle ore 20:50

Ippica & equitazione

27/05/2024 | 08:30

Tanto pubblico nel sabato di galoppo all'Ippodromo Snai San Siro con Tawang che festeggia la vittoria nel Premio Bereguardo - Trofeo Sirlad

facebook twitter pinterest
Tanto pubblico nel sabato di galoppo all'Ippodromo Snai San Siro con Tawang che festeggia la vittoria nel Premio Bereguardo Trofeo Sirlad

ROMA – L’Ippodromo Snai San Siro di Milano protagonista dell’ultimo sabato di maggio con una grande festa iniziata già dal mattino con oltre 1000 studenti e 2600 tra genitori, parenti e corpo docente per ‘La Fiera dell’Arte – Mediterraneo’ organizzata dall’Istituto Comprensivo milanese Luciano Manara. A questo evento si è aggiunto nel primo pomeriggio il programma di corse valido per la 19^ giornata stagionale di galoppo che aveva come clou il Premio Bereguardo - Trofeo Sirlad, tradizionale listed sul miglio di pista grande per i cavalli anziani in preparazione del Carlo Vittadini, e due prove riservate alla generazione più giovane per i debuttanti divise per sesso.

Partiamo con la nostra cronaca proprio dal Bereguardo che dall’equilibratissimo ed incertissimo emerso alla vigilia, alla fin fine si è risolto con uno straordinario coast to coast di Tawang, autore di una prestazione mostruosa ad una settimana dal Tudini. Tawang non solo ottimo velocista, ma anche miler di primissima categoria ora che ha superato i problemi che finora lo avevano frenato sulla distanza. Battuto con l’onore delle armi My Eternal Love, che faceva tutto giusto ma aveva solo la sfortuna imbattersi in un avversario che non ne voleva sapere di farsi superare. Terzo un sorprendente Starnberg, che sfruttava perfettamente la situazione dal punto di vista tattico, dal momento che i grandi recuperi dalle retrovie risultavano piuttosto complicati.

Molto attese anche le prove per i puledri al debutto sui 1.400 metri, logicamente divise per sesso; tra le femmine, per il Premio Walter Dainotto, emergeva Fast Spirit, una Make Believe già molto professionista e molto ficcante nella sua progressione finale, portata dopo una condotta molto sicura. Nessuna recriminazione per la seconda, la favorita Bubuz, più bisognosa di esperienza ma comunque autrice di una buona introduzione, esattamente come quella fornita da Grand Embassy, finita bene dopo averci impiegato un po’ a trovare l’azione. Ancor più convincente la vittoria di Hanting tra i maschi per il Premio Enrico Baragiola, a confermare le buone voci sul suo conto, con una prorompente progressione che l’ha portato a staccarsi sempre più nettamente man mano che la distanza aumentava. Niente da fare per Tempus Erat, che ci ha provato per varchi interni non semplici ma che non dovrebbe tardare a vincere la sua maiden, così come Base Blu, parso molto tonico e già ben intonato. Non malvagio neppure il debutto di El Professur, ancora verde e con qualche problema di traffico lungo il percorso.

Sempre la generazione più giovane aveva a disposizione il Premio Farrel, una maiden sui 1.200 metri per le sole femmine con vista Crespi, target assolutamente naturale per la vincitrice Brown Lady, che chiudeva facilmente la partita al primo traguardo andando al di là del promettente debutto com un’impressione notevole. Molto più dietro Eyelashes, autrice di un esordio valido, teneva botta per il secondo su Akarima. Il pomeriggio milanese prevedeva anche una maiden per le femmine di 3 anni sui 1.800 metri valida per il Premio Scuderia in Rosa, molto competitiva sulla carta, anche se alla resa dei conti il predominio di Valdicava è stato netto, nonostante una partenza ancora una volta poco brillante. Benedetta Follia chiudeva seconda davanti ad una Valuta Pregiata in progresso con una valida frazione finale.

C’erano anche un paio di handicap di buona categoria tutti da vedere divisi per distanza: sul miglio, per il Premio Ramonti, non ha avuto problemi Uragano, evidentemente molto a suo agio accorciando sui 1.600 metri, avendo preso chiaro margine a traguardo lontano. Nell’handicap di chiusura sul doppio chilometro per il Premio Sunday’s Brunch, andava a segno il favorito Forward Flight, molto seguito dalla punta, che allungava bene in contropiede salvandosi agevolmente dai finish di Rocolett e Daaree.

Infine, nella prova riservata alle amazzoni e ai cavalieri per il Premio Stefania e Giorgio Sommariva, ritornava alla vittoria Gingi Life, che arginava con estrema decisione il tentativo di Lagomago, con i due che si staccavano nettamente in lotta.

Ultimo appuntamento con le corse nel calendario di maggio all’Ippodromo Snai San Siro è per giovedì 30 con una 20^ giornata che vede, tra le altre prove, il Premio Bimbi (condizionata), il Premio Razza del Soldo (handicap limitato) e le eliminatorie del circuito San Siro Classic e Mile. 

RED/Agipro

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password