Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/07/2024 alle ore 16:30

Ippica & equitazione

05/07/2023 | 16:30

Ippica, venerdì ultima riunione di galoppo all’Ippodromo Snai San Siro prima della pausa estiva interamente dedicata alle amazzoni e ai cavalieri

facebook twitter pinterest
VENERDÌ ULTIMA RIUNIONE DI GALOPPO ALL’IPPODROMO SNAI SAN SIRO PRIMA DELLA PAUSA ESTIVA INTERAMENTE DEDICATA ALLE AMAZZONI E AI CAVALIERI

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro di Milano ultima riunione di corse della sessione primavere-estate di galoppo interamente dedicata alle amazzoni e ai cavalieri. Una 28^ giornata stagionale che parte dalle ore 17:45 con sei prove tra cui il tradizionale miglio e mezzo che ricorda Ettore Bocconi e che, da qualche anno, ricorda anche il mitico Pinuccio Molteni. Oltre a questa è tutta da vedere la hunter nel nome di un grande personaggio come Paolo Reinach sulla distanza di 1.800 metri in pista grande. Ma andiamo nel dettaglio e in ordine cronologico. Si parte con un handicap di buonissima categoria sui 1.400 metri in dirittura in onore di un grande gentleman rider come Riccardo Vaccari dal campo partenti scarno, ma chi pensa che sia una corsa facile si sbaglia di grosso, con i due piazzati del Los Cardos It Is Now e Curandero che saranno certamente due brutti clienti, tutti e due, e se Sopran Marte conta lo stesso ad onta del top weight non semplice che deve sopportare, la scelta finale cade su Tockins, che sta correndo bene nel periodo senza neppure troppa fortuna e che non avrà nessun problema a tornare su questa distanza. Si allunga sul doppio chilometro per questo handicap sul doppio chilometro di pista media sponsorizzato da Equality Horse. Forma generale molto valida e tasso di competitività senza dubbio elevato, con la parte alta della scala dei pesi particolarmente agguerrita e con il top weight Coaxiorum che se la meriterebbe anche dopo un paio di piazze d’onore a dir poco beffarde. Non saranno molto d’accordo il sempre tonico Signor Nilson e l’ospite Nyx’s Impact altrettanto pimpante nel periodo, ma pure Nayleaf è parso di nuovo sul suo standard migliore nel suo ultimo ingaggio. Anche Normandy Beech ha le sue brave possibilità. Alla terza corsa ecco le amazzoni impegnate in un handicap di buon livello sul miglio di pista media e valido come Trofeo Agri Amazzoni. Anche qui si sprecano le opzioni, partendo senza dubbio da elementi ampiamente certificati come Cleveleys, la cui ultima apparizione fa poco testo, e Wall Street Wolf, in un buon momento e con peso velenosissimo, ma assegnando una nomination intrigante a Griffe De Chat, che sta correndo molto bene e che sarà contento di tornare su una distanza più lunga dopo non aver affatto demeritato anche nel Santiago Soto Sprint. Occhio anche a Sopran Tucano, mentre sarà il betting a dirci qualcosa di Langre.

Si arriva al cuore della giornata milanese con il Premio Paolo Reinach – Riding Club Casorate in cui i cavalli di 3 anni ed oltre sono impegnati in questa hunter sulla distanza di 1.800 metri su pista grande. Corsa certamente di buon livello tecnico ma con molti dubbi di forma, essendoci molti elementi reduci da periodi di inattività più o meno lunghi, come Azteco ad esempio, che inoltre è impiegato su distanza troppo corta, ma che a questo livello non si può non citare per primo, declassandosi notevolmente. Anche Xenobio è un altro rientrante di lusso, mentre Brasilian Man e Shikami, che pure non sono al top del loro standard, possono mettere sul piatto la forma rodata. Clou del programma preserale è il Premio Ettore Bocconi – Memorial Pinuccio Molteni, il tradizionale miglio e mezzo con una compagnia di partenti all’altezza della situazione di cui molti con la possibilità di far bene, anche se i due più in alto della perizia paiono aver qualcosa in più alla vigilia, e se lo svizzero Scappato ha confermato la sua invidiabile concretezza anche a Merano, una lieve preferenza la si accorda a Iskanderhon, che ha puntato a questa corsa da lontano e ci arriva con una piazza d’onore in Handicap Principale che parla chiaro. Midnight Season è un altro che ci arriva in piena ascesa, facendosi a sua volta preferire al resto del gruppo. Prima dell’arrivederci a domenica 17 settembre chiude la prima parte della stagione di galoppo all’Ippodromo Snai San Siro il Premio Bellamonti Scuderia Cubri, un handicap sui 1.800 metri di categoria ordinaria. I quattro secondi posti di fila di Comet Rocher da un lato spiegano la chance, ma dall’altro raccontano di una scarsa attitudine alla vittoria, magari la distanza più lunga più aiutare, ma alla vigilia stuzzica di più Smiling Face, un’altra non semplice da far vincere, ma con la forma giusta e con uno schema tattico che dovrebbe aiutare il suo finale. Happy Horse, Careser e soprattutto Raven’s Love se di luna buona possono intervenire, e con loro c’è anche Bufera.

RED/Agipro

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password