Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 05/12/2022 alle ore 20:32

Ippica & equitazione

10/10/2022 | 13:00

Ippica, Capannelle: a Delicious Gar le Oaks del Trotto

facebook twitter pinterest
capannelle A DELICIOUS GAR LE OAKS DEL TROTTO

ROMA - Grande sorpresa nelle OAKS del Trotto dove la candidata principale per la vittoria finale, Due Italia, non ha rispettato le attese della vigilia, lasciando il successo alla sorprendente Delicious Gar, che sul traguardo ha anticipato Daughter As e Danish As.

L'edizione numero 31 delle Oaks del Trotto-Memorial Carlo e Asya Tranfo (€. 253.000 – gr. 1 - per femmine indigene di 3 anni - mt. 1640) verrà ricordata come la corsa di Alessandro Gocciadoro: il driver emiliano presentava ben quattro delle quattordici finaliste ed è riuscito a piazzarne tre ai primi tre posti sul traguardo, togliendosi l'ulteriore soddisfazione personale di essere lui il guidatore della strepitosa Delicious Gar. Non è stata una corsa con schema favorevole per la portacolori di Girolamo Casella che si è dovuta impegnare in generoso percorso d'assalto ai lati della veloce (e netta favorita) Due Italia. Dopo 600 metri di corsa Delicious Gar è andata in forcing progressivo sulla rivale più attesa che non è stata efficace come in altre occasioni nel replicare. In retta di arrivo Due Italia si è clamorosamente arresa, lasciando via libera alla coetanea che ha proseguito di slancio e non ha concesso speranze alle altre avversarie andando a vincere a media di 1.11.6 . Il meraviglioso en-plein del Team Gocciadoro è stato completato da Daughter As e Danish As. Se un improvviso errore commesso in retta di arrivo non l'avesse esclusa dalla vicenda agonistica, Don't Say Gar avrebbe potuto cogliere un piazzamento di prestigio regalando un poker storico al Team Gocciadoro. Il marcatore invece è stato completato da Doni Maker, sempre nel vivo della contesa, e Daytona Roc. Incredibilmente fuori dai premi Due Italia.

CRITERIUM MASCHI

Otto concorrenti al via nel Criterium Maschi (€. 34.100 – per femmine indigene di 2 anni – mt. 1.640), Explosive Axe era il netto favorito della vigilia insieme a Equipe della Casa. Il possibile match tra i due più attesi è però sfumato subito perché Equipe della Casa si è gettato irrimediabilmente di galoppo allo stacco della macchina e Explosive Axe non ha avuto alcuna difficoltà ad onorare il ruolo assegnatogli. Avvio cauto per il figlio di Love You che però si è messo in azione all'esterno già dopo 500 metri, ha raggiunto presto il labile leader Egill di Meletro e lo ha sorpassato senza sforzo a 700 metri dal traguardo: a quel punto l'allievo di Mauro Baroncini ha dovuto fronteggiare la minaccia di Easy Top ma lo ha fatto in totale scioltezza per staccarsi facile vincitore in retta di arrivo. Strepitosi gli ultimi 800 metri trottati dal vincitore in 57.3: il puledro interpretato da Andrea Farolfi e di proprietà di Luigi Colasanti si è imposto a media di 1.14.9. A netto intervallo terza piazza per l'outsider Estremo Oriente rimontando un evanescente Elton Wise che ha mostrato problemi a ripetizione nel percorrere le curve.

CRITERIUM FEMMINE

Ben dieci le giovani puledre della generazione 2020 protagoniste del Criterium Femmine (€. 34.100 – per femmine indigene di 2 anni – mt. 1.640). L'indiscussa favorita Eleonor di Poggio, qualitativa figlia di Trixton in pista con gli stessi colori del campionissimo Varenne, ha puntualmente corso da protagonista assumendo l'iniziativa in 500 metri per poi allungare molto bene sul penultimo rettilineo quando ha dovuto replicare all'attacco di Elsa Cap: compito riuscito ma sul calo dell'avversaria ha avuto facilmente la destra libera Ela Linda che in retta è potuta andare all'attacco della battistrada e alla distanza l'ha regolata molto nettamente. Vittoria netta e meritata per la figlia di Royal Blessed presentata da Lamberto Barbieri e condotta con la consueta, inimitabile abilità da Enrico Bellei, ancora una dei migliori catch-driver dell'intero pianeta. Eleonor di Poggio, battuta ma non ridimensionata, è rimasta seconda avanti ad un'ottima Elettra d'Eli (considerata alla vigilia l'alternativa principale alla favorita), capace di risalire dalla seconda fila pur dovendo impegnarsi in terza ruota per tutto il tratto più veloce della contesa.

RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password