Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/02/2024 alle ore 20:45

SBC News

13/03/2023 | 17:40

Ucraina: il presidente Zelensky approva nuove sanzioni, colpite 287 società di scommesse accusate di avere legami con la Russia

facebook twitter pinterest
Ucraina presidente Zelensky scommesse Russia

ROMA - Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha firmato un decreto esecutivo che ordina a varie società di scommesse attive in Ucraina di cessare le operazioni nel Paese, in seguito alla decisione del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale dell'Ucraina (NSDC) che ha introdotto nuove sanzioni economiche e misure restrittive.
Secondo i media ucraini, 287 società di scommesse e 120 persone sono state colpite dalle sanzioni. Il governo ha accusato queste aziende di avere legami con la Russia e quindi di agire contro gli interessi dell'Ucraina.
I principali operatori di scommesse presi di mira dalle sanzioni includono BetCity, Matchbet e, soprattutto, Parimatch Ukraine, la più importante azienda fondata in Ucraina - attiva in una serie di paesi - che tramite un post su Facebook ha confermato di aver immediatamente ottemperato all'ordine presidenziale.
L'azienda ha reso noti tre passaggi per i propri clienti, a partire dai rimborsi di denaro dai conti attivi, seguiti dalla sospensione di tutti i contratti di partnership e dal completamento dei rapporti di lavoro con il proprio personale. "Stiamo cercando un meccanismo di rimborso legale", ha spiegato l'azienda. "I clienti possono essere certi che tutti i fondi personali sono attualmente al sicuro e verranno trasferiti per intero".
Parimatch ha aggiunto che sta anche cercando un meccanismo legale per il rimborso dei debiti finanziari da qualsiasi servizio fornito nell'ambito dei suoi contratti di partenariato, ma ha aggiunto che, a causa della sospensione dei suoi processi operativi, non sarà in grado di adempiere agli obblighi nei confronti dei membri del personale.
"Speriamo in una futura revisione della decisione", conclude la dichiarazione della società. Anche altre società legate all'azienda hanno confermato l'interruzione dei rapporti commerciali, come il club della Premier League ucraina Shakhtar Donetsk.

Data l'attività di Parimatch nell'anno successivo all'invasione russa dell'Ucraina, l'associazione dell'azienda con altre società sospettate di attività filo-russe sembra davvero bizzarra. Fondata a Kiev nel 1994 ma ora con base a Cipro, Parimatch ha parlato molto delle sue radici ucraine, mantenendo ancora una forte presenza nel paese sia in termini di attività online che di personale. Subito dopo l'invasione - ampiamente condannata - da parte di Vladimir Putin, Parimatch è stata una delle prime aziende internazionali a chiudere la sua base in russa e a finanziare (con 2,9 milioni di euro) le forze armate ucraine, fornendo munizioni, cibo e medicinali e con 4,7 milioni di euro destinati a aiuti umanitari e iniziative di beneficenza. "Come azienda con radici ucraine, abbiamo sostenuto il nostro paese sin dal primo giorno dell'invasione su vasta scala", aveva spiegato il vice CEO, Evgen Belousov, a SBC News nell'agosto 2022. “Il numero di richieste di reddito da parte dei nostri clienti, dipendenti e difensori del paese ci ha motivato a creare un centro di assistenza interno per elaborarle. I nostri dipendenti hanno partecipato come volontari e alcuni sono andati a difendere il Paese nelle file dell'esercito ucraino”.
Questi sforzi sono stati sottolineati dall'azienda in una dichiarazione sulla sua pagina web ucraina ora cancellata e sulla pagina Linkedin di Parimatch Ucraina, in cui ha fatto appello al presidente Zeleksnky come "garante del rispetto della costituzione dell'Ucraina" in merito alla decisione dell'NDSC. "Vi informiamo che durante l'intero periodo dell'invasione militare russa dell'Ucraina, non abbiamo mai ricevuto richieste di chiarimento per la sospensione del franchising in Russia", ha dichiarato Parimatch. “Vi chiediamo di verificare le informazioni che sono state falsificate durante la decisione del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale e di intraprendere le azioni appropriate in merito a tutte le violazioni illecite da parte del Servizio di sicurezza dell'Ucraina.
"Siamo pronti per una discussione pubblica, pronti a rispondere a tutte le domande dei media e delle forze dell'ordine e siamo pronti a difendere la nostra posizione in tribunale".
MSC/Agipro

Foto credits https://www.president.gov.ua/en/photos/zustrich-prezidenta-ukrayini-z-premyer-ministrom-niderlandiv-4401 CC BY 4.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Giochi esordio per Flutter nella Borsa di New York

Giochi, esordio per Flutter nella Borsa di New York

30/01/2024 | 11:10 ROMA – Flutter è stata ufficialmente listata nella Borsa di New York (NYSE). Dopo che la scorsa settimana il gruppo ha ritirato le proprie azioni dalla Borsa irlandese, ieri, 29 gennaio, nuove azioni a marchio FLUT sono...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password