Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/04/2024 alle ore 20:36

Scommesse

19/10/2023 | 16:40

Caso-scommesse, dalla tournée della Juventus ai cavalli di Azmoun: le fake news sullo scandalo

facebook twitter pinterest
Caso scommesse dalla tournée della Juventus ai cavalli di Azmoun: le fake news sullo scandalo

ROMA - Dai fatti certi, come la pena inflitta a Nicolò Fagioli – 7 mesi di squalifica più 5 in prescrizioni alternative – all’ormai consueto fenomeno delle fake news. Impossibile che un argomento così caldo come questo “caso scommesse” potesse esimersi da quest’onta, con i social media impazziti alla ricerca della “bufala”. Al centro della vicenda c’è senza dubbio Fabrizio Corona, che tra dichiarazioni su Instagram e ospitate in tv, è diventato un protagonista. Non sempre preciso però nei dettagli. 

TOURNÉE JUVENTUS NEGLI STATES - Restando infatti in tema Fagioli, nel corso di un’intervista a Sportitalia, l’ex fotografo dei vip aveva rivelato che il centrocampista della Juventus “non è andato in tournée perché il club lo voleva ripulire e sapeva tutto dal primo agosto”. Incongruenze temporali, perché il tour della Vecchia Signora negli Stati Uniti è partito il 22 luglio, con il ragazzo a casa per proseguire il recupero dell’infortunio alla clavicola accusato nel finale della scorsa stagione contro il Siviglia – a cui si è aggiunta la tonsillite – e dal ritorno in Italia degli uomini di Allegri il 3 agosto, non c’è stata più alcuna partenza verso l’estero della Juventus.

I CAVALLI DI AZMOUN - Altra dichiarazione di Corona che ha destato più di qualche dubbio è quella su Sardar Azmoun. All’annuncio in pompa magna sulla pagina Instagram Dillingernews di “un video incredibile di un giocatore della Roma che…”, si è scoperto come il giocatore iraniano, in tribuna allo stadio Olimpico durante un match dei giallorossi, fosse intento a guardare una gara di ippica sul suo smartphone. Oltre al fatto che per giocatori non è vietato scommettere su discipline diverse dal calcio, è ormai di dominio pubblico la passione dell’asiatico per i cavalli, nata da una tradizione di famiglia, con lo stesso Azmoun - tra Iran e Australia - proprietario di ben 52 cavalli.

LE DICHIARAZIONI A “STRISCIA” - L’ultima “fake news” in ordine temporale risale a mercoledì 18 ottobre, giorno successivo all’ospitata di Corona nella trasmissione Rai “Avanti Popolo”. Durante la consegna del tapiro, andato in onda su “Striscia la Notizia”, l’imprenditore nativo di Catania ha dichiarazione l’implicazione nello scandalo di altri tre calciatori: Stephan El Shaarawy, Federico Gatti e Nicolò Casale. Notizia prontamente smentita dalla procura di Torino, che ha rivelato come “non ci sono evidenze sul loro coinvolgimento”. Nel corso della chiacchierata con l’inviato del programma, Valerio Staffelli, sempre Corona ha sottolineato la presenza di un “video/audio dove si sentono i tre giocatori parlare di scommesse mentre palleggiano”, ma i tre, oltre a non aver mai giocato per la stessa società, non sono mai stati convocati in Nazionale nella stessa finestra. Dichiarazione mal digerita dai legali di El Shaarawy e Casale, che hanno subito ribadito l’estraneità ai fatti dei due calciatori.

REGOLE CERTE - "La vicenda scommesse? Sono dispiaciuto per i giocatori ma ci devono essere delle regole”. Queste le parole di Arrigo Sacchi nel corso di un intervento a Radio 1 nel programma “Una vita da pecora”. Non proprio una fake news, nel caso dell’ex ct azzurro. In Italia però le regole ci sono e sono chiarissime, come spiega chiaramente l’articolo 24 del regolamento FIGC “ai soggetti dell'ordinamento federale, ai dirigenti, ai soci e ai tesserati delle società appartenenti al settore professionistico è fatto divieto di effettuare o accettare scommesse, direttamente o indirettamente, anche presso i soggetti autorizzati a riceverle, che abbiano ad oggetto risultati relativi ad incontri ufficiali organizzati nell’ambito della Figc, della Fifa e della Uefa”. Niente scommesse sul calcio per i calciatori, non si scappa.

EMT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password