Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/04/2024 alle ore 20:56

Calcio

22/03/2024 | 16:30

Test Ecuador per un’Italia in cerca d’identità: azzurri favoriti a 2,08 su Betflag

facebook twitter pinterest
Test Ecuador per un’Italia in cerca d’identità: azzurri favoriti a 2 08 su Betflag

ROMA - Non convince la nazionale di Spalletti alla prima delle due amichevoli negli Stati Uniti, nonostante la vittoria finale contro il Venezuela firmata da due reti di Retegui, il ventiquattrenne attaccante del Genoa. Dopo una prestazione con più ombre che luci, gli azzurri si stanno spostando dalla Florida a Harrison in New Jersey, dove domenica prossima alle 21, nello stadio dei New York Red Bulls, ancora una volta senza l’assillo del risultato finale, affronteranno l’Ecuador. Un secondo test dal quale il neo commissario tecnico si attende indicazioni importanti, per affrontare i prossimi europei in Germania con le carte in regola per difendere il titolo continentale conquistato ai calci di rigore tre anni fa in finale a Londra contro i padroni di casa.

A differenza del Venezuela, mai incontrato prima, l’Italia ha già affrontato l’Ecuador in due occasioni. La prima ai mondiali di Corea e Giappone nel 2002 quando due gol di Christian Vieri propiziarono il successo nella fase a gironi. Tre anni dopo, a New York e sempre in amichevole, il secondo confronto con l’1 a 1 finale grazie al gol realizzato da Luca Toni.

Considerata la necessità da parte di Spalletti di provare qualche altro convocato, è probabile che proponga uno schieramento con qualche variante rispetto alla partita con i vinotinto. Donnarumma, più affidabile con le mani che con i piedi, rimane il numero 1 ed è intoccabile. Come anche Retegui, forte delle due reti decisive messe a segno con il Venezuela. Potrebbe essere affiancato in attacco da Politano e Zaccagni, subentrato a Chiesa a circa mezz’ora dal fischio finale. A centrocampo forse dal primo minuto Barella con Locatelli e Pellegrini. Difesa a tre o quattro: Buongiorno in campo con Bellanova, Bastoni e Dimarco, che dovrebbero cominciare dal primo minuto.

L’Ecuador, che è trentunesimo nel ranking Fifa, sarà schierato in campo dall’allenatore Felix Sanchez Bas con una difesa a tre, con Arboleda al centro ed i terzini Ordonez e Realpe avanti all’estremo difensore Dominguez. Caicedo, che gioca nel Chelsea, sarà la punta del tridente con Yeboah, attaccante del Rakow Czestochowa, e Sarmiento del Brighton. Alle loro spalle il quartetto Ortiz, Gruezo, Cifuentes, Minda.

Questa volta l’avversario per l’Italia è più forte in confronto alla partita con il Venezuela, come dimostrano le proposte degli analisti di BetFlag. Azzurri sempre favoriti, ma 1 alto a 2,08, con l’X che è offerto a 3,05 vicino al 3,30 del 2 dell’Ecuador. Anche questa volta, senza l’ossessione dei tre punti, il risultato esatto al termine della gara può essere una tipologia di scommessa da non trascurare. A cominciare, tra i tanti proposti, dallo 0 a 0 che moltiplica per 6,75, dall’1 a 1 a 5,05, con il 2 a 2 a 14,00, il 2 a 1 a 7,85, l’1-2 a 10,55, il 4-3 e il 3-4 a 200.

RED/Agipro

Foto credits: Soccer.ru CC BY-SA 3.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password