Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/08/2020 alle ore 19:00

Scommesse

09/01/2020 | 20:13

Lega Pro: "Servono nuove forme di contribuzione, anche dalle scommesse"

facebook twitter google pinterest
scommesse agitazione lega pro

ROMA - «Chiediamo al governo che ci sostenga attraverso provvedimenti» come «nuove forme di contribuzione al calcio (1% dell'ammontare degli introiti delle scommesse)». È quanto scrive in una nota la Lega Pro, spiegando che «le gare in programma dall'11 al 13 gennaio si giocheranno regolarmente perché questo è il nostro primario scopo e perché i tifosi hanno il diritto di emozionarsi allo stadio. Rimane fermo lo stato di agitazione che valuteremo con quali forme attuare nel prossimo futuro». Con lo stato di agitazione dichiarato a dicembre «abbiamo voluto prendere una decisa posizione e lo abbiamo potuto fare perché, in questi mesi, abbiamo acquisito credibilità per le regole introdotte ed applicate e gli atti di risanamento posti in essere». Secondo la Lega Pro «le nostre richieste e proposte non hanno avuto il riscontro che auspicavamo». Dunque «il quesito aperto è tremendamente semplice: o si trovano risorse per questa esperienza originale del calcio italiano o bisogna ridurre il numero dei club contribuendo a peggiorare la qualità sociale dell'Italia, non solo del calcio». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password