Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/03/2017 alle ore 20:32

Attualità e Politica

18/11/2016 | 09:27

Riordino Giochi, Baretta (Mef): «Gioco problematico, aziende devono capire il cambio di marcia»

facebook twitter google pinterest
baretta giochi

ROMA - Infine, Baretta ragiona con il Mattino sulle criticità del settore, come il gioco problematico o quello minorile. La proposta di riordino «punta soprattutto a un cambio di atteggiamento verso il gioco: regolamentiamo gli aspetti economici ma soprattutto quelli sociali. Per la cura alla ludopatia, per esempio, noi dobbiamo spendere cinquanta milioni all’anno. Per quanto riguarda la cima della piramide, le aziende, queste devono capire il cambio di marcia. Noi non vogliamo mettere paletti, anche se sarebbero utili dei chiarimenti tra gli obblighi dei concessionari, gli unici con i quali come Stato possiamo parlare, e i gestori. Ma sarà il settore a risolvere la cosa. Come in autonomia è molto probabile una riorganizzazione, perché la riforma terrà in piedi gli operatori migliori, quelli sani». Relativamente alla presenza di minorenni nelle sale, il sottosegretario all'economia, afferma che «è uno dei problemi che stiamo affrontando con la riforma: accrescere i poteri dei sindaci per far rispettare la legge e contrastare la criminalità, anche mettendo in campo la polizia locale nel controllo del territorio. La Guardia di Finanza da sola non ce la fa». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password