Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2016 alle ore 10:40

Attualità e Politica

14/10/2016 | 13:19

Riordino giochi, Binetti (Ap): “Più che la riduzione delle slot, servono indicazioni chiare su distribuzione e produzione”

facebook twitter google pinterest
Binetti slot

ROMA - “Più che la riduzione degli apparecchi sul territorio a mettere a rischio le imprese è la prolungata assenza di indicazioni condivise sul futuro della distribuzione e della produzione". Lo afferma l'onorevole Paola Binetti di Area popolare, commentando il prossimo incontro tra Stato ed Enti locali in Conferenza Unificata sul riordino giochi, previsto per il 20 ottobre.

La Binettti spera “che non si verifichi un caso analogo a quello delle AWP 3, che si è concluso dopo oltre 2 anni di lavoro un nulla di fatto. Con l'arrivo della legge di bilancio sembra comunque che per il settore dei giochi ci dovrebbe essere solo una disposizione per il 'recupero' della trance dei 500 milioni di imposta aggiuntiva richiesta l'anno scorso ai concessionari delle slot e non ancora incassata”. Secondo la Binetti, il settore giochi finisce da anni nella “discussione della legge di bilancio, ma l'ottica è sempre e solo quella di garantire gettito fiscale, tutelando in qualche modo concessionari e gestori, produttori di macchine e indotto della pubblicità. Mai dalla parte delle famiglie o delle persone affette da grave dipendenza”. Anche la prevista introduzione delle AWP3 “non faceva nulla per tutelare i giocatori, anzi li esponeva a una serie di novità di gioco per attrarli, mentre proponeva loro giochi a più alto costo e a minor margine di possibile vittoria".

"Il rischio però è - conclude la parlamentare di Ap - che a gennaio ci sia un ulteriore provvedimento che faccia slittare la scadenza perché non sono pronte le nuove macchine, non sono pronti i locali in cui collocarle, non è pronto il pubblico".

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Giochi Snai Telethon

Giochi, Snai e Telethon ancora insieme per la ricerca

06/12/2016 | 10:12 ROMA - Una scommessa di cuore. Senza aspettativa di vincita, ma con la certezza di aver aiutato una buona causa, quella di Telethon e della ricerca sulle malattie genetiche rare. È il significato dell'iniziativa Il gioco...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password