Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 20:28

Attualità e Politica

08/11/2016 | 16:29

Giochi, Binetti: "Per riduzione slot basta approvare e applicare una norma”

facebook twitter google pinterest
giochi binetti slot

ROMA - “Per ridurre del 30% le Awp o Slot dei bar e tabacchi basterebbe applicare il decreto del 27 ottobre 2003”, che determina il numero massimo di apparecchi installabili presso esercizi pubblici, circoli privati e punti di raccolta di altri giochi autorizzati “e il successivo decreto del 18 gennaio 2007” che invece individua il numero massimo di apparecchi che possono essere installati presso punti di vendita che hanno come attività principale il gioco. “Tutto facile”, secondo l’onorevole Paola Binetti di Area Popolare. “Basta applicare una norma che c’è senza doverne inventare una che ancora non c’è”, continua l’onorevole parlando del dibattito sulla possibile introduzione nella legge di bilancio di norme sulla questione.

 

Giochi, Binetti: “Ridurre le slot è semplice, basta approvare e applicare una norma” (2)

ROMA - Oltre ai decreti del 2003 e 2007, continua la Binetti, è arrivato anche quello del 2011 che aumenta il numero degli apparecchi. “Da quasi 15 anni, in definitiva, si delibera sul numero che può essere  installato in bar e ristoranti o in sale da gioco di vario tipo. Con la stessa semplicità anche questa volta si potrebbe semplicemente fissare il numero degli apparecchi e termini entro cui raggiungere quel risultato. Basterebbe che poi qualcuno facesse rispettare la norma e non la lasciasse cadere nel dimenticatoio. Basterebbe dire che i concessionari della rete telematica entro il 30 giugno 2017 devono ridurre di almeno il 15 per cento il numero dei nulla osta attivi alla data del 30 settembre 2016, per giungere al numero di 265.000 apparecchi entro il 30 settembre. Altrimenti l'Agenzia delle dogane e dei monopoli procede d'ufficio alla eliminazione dei nulla osta eccedenti”. Serve, secondo la Binetti, “un criterio, ridurre il numero eccessivo di apparecchi. Serve un responsabile dell'applicazione della norma, i concessionari. Una funzione di controllo, la stessa Agenzia dei Monopoli. Semplice? Chissà. Per questo governo quando si parla di giochi non c’è mai nulla di semplice”. (fine) RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password