Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 20:28

Attualità e Politica

25/08/2016 | 15:31

Giochi, allo Stato 8 miliardi di euro l’anno, la “tassa di scopo” soluzione per le emergenze

facebook twitter google pinterest
tassa di scopo emergenze

ROMA - Fronteggiare le situazioni di emergenza o destinare fondi specifici per l’istruzione, la sanità o l’edilizia pubblica. Sono alcune delle possibili risorse che potrebbero essere finanziate dal settore giochi - che allo Stato ogni anno versa nelle casse erariali 8 miliardi di euro - se venisse introdotta la cosiddetta “tassa di scopo”: una modalità già adottata in diversi Paesi, in particolare negli Stati Uniti, dove ogni centesimo ricavato dalle tasse sul gioco ha una destinazione ben precisa, molto spesso il finanziamento dell’edilizia scolastica o i programmi per la cura e la prevenzione del gioco problematico. Una soluzione che da tempo viene proposta anche per l’Italia - e sostenuta dalla gran parte degli operatori del gioco -  e che darebbe un sostegno concreto con il vincolo di utilizzo delle somme: oggi i soldi che finiscono all’erario “perdono colore” una volta messi a bilancio e vengono utilizzati insieme a tutte le altre entrate statali, domani potrebbero diventare una certezza per obiettivi specifici e mirati.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password