Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/09/2020 alle ore 20:36

Attualità e Politica

10/04/2020 | 13:10

L'industria dell'intrattenimento tra timori e speranze, i balneari: "Difficile fare previsioni su fase 2, ma siamo fiduciosi"

facebook twitter google pinterest
'intrattenimento riapertura balneari

ROMA - Come tutti i lavoratori impegnati nel settore del divertimento e dello svago, dagli operatori delle sale da gioco ai locali di intrattenimento, anche i balneari «non vedono l’ora di ritornare a lavorare» e, «soprattutto, a dare il loro prezioso e determinante contributo per la rinascita non solo economica ma anche morale del Paese».
«Riteniamo che, al momento, sia non solo prematuro, ma proprio impossibile fare previsioni perché tutto dipende dall’evoluzione dell’epidemia e che, sia il momento dell’apertura come le possibili modalità di esercizio dell’attività, dipendano dalle Autorità sanitarie pubbliche prima ancora che di quelle amministrative», si legge in una nota del Sindacato Balneari. «Siamo pertanto in attesa, come è ovvio che sia, delle determinazioni delle Autorità sanitarie, ma anche profondamente convinti del ruolo e della funzione pubblicistica della balneazione attrezzata italiana che è sorta proprio per la salute e la sicurezza collettiva» e «siamo fiduciosi» che la riapertura «possa avvenire al più presto».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password