Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/02/2024 alle ore 21:01

Attualità e Politica

24/07/2023 | 09:28

ADM, i sindacati: "Riorganizzazione da concludere in tempi brevissimi per garantire massima efficienza"

facebook twitter pinterest
ADM sindacati Riorganizzazione

ROMA - Negli scorsi giorni il direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, Roberto Alesse, ha emanato e reso pubblica una determina che, ai fini della riorganizzazione degli assetti periferici, istituisce un Comitato ristretto – di cui fanno parte cinque direttori territoriali – attivando insieme il Comitato paritetico per l’innovazione previsto dal Ccnl Funzioni centrali. "Questa decisione è la più utile per conseguire l’obiettivo di una seria riorganizzazione complessiva delle strutture dell’Agenzia – da concludere in tempi brevissimi – alle quali va garantito un assetto di massima efficienza ed efficacia". E' quanto si legge in una nota dei rappresentanti dei Coordinamenti nazionali di Fpcgil, Cislfp e Uilpa. 
"Condividiamo pienamente il coinvolgimento del sindacato tramite l’attivazione dell’Organismo paritetico per l’innovazione" che prevede una "composizione paritetica tra rappresentanti dell’Amministrazione e delle organizzazioni sindacali: la scelta del dialogo e del contributo del sindacato dimostra senza ombra di dubbio la sensibilità e l’attenzione del direttore al ruolo delle rappresentanze del personale. Siamo certi che proprio in questa fase così decisiva per l’Agenzia il direttore coinvolgerà le organizzazioni sindacali per definire già da subito la collocazione, la graduazione e le indennità delle figure che assumeranno incarichi di responsabilità e di elevata professionalità, nonché per condividere la costruzione di un percorso di apicalizzazione delle dotazioni organiche, utile non solo per i processi assunzionali ma anche per la crescita professionale dei dipendenti". I sindacati si augurano che "vengano assicurati gli impegni presi dall’Agenzia per il ripristino degli attuali livelli di salario accessorio (come noto serve una cifra pari a 8 milioni di euro) del personale Adm e che si proceda, in tempi brevi, alla sottoscrizione dell’accordo relativo alle progressioni stipendiali in conto 2023 previste dal Ccnl Funzioni centrali”.
RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password