Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 13/06/2024 alle ore 20:45

Attualità e Politica

11/07/2023 | 10:42

Adm e Gdf, Venezia: controlli in tutta la provincia a contrasto del gioco illegale. Riscontrate 11 violazioni, sanzioni per oltre 100mila euro

facebook twitter pinterest
Adm Gdf Venezia controlli provincia contrasto gioco illegale 11 violazioni sanzioni 100mila euro

ROMA – I funzionari dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, tra fine maggio e inizio giugno, hanno eseguito in tutta la provincia di Venezia un piano coordinato di interventi a contrasto del gioco illegale ed irregolare, nell’ambito dell’accordo definito in chiave locale lo scorso maggio.

In particolare, come si legge in una nota diffusa dall’Agenzia, l’attività ha riguardato la verifica di condotte illecite riguardanti gli apparecchi, l’offerta illecita di scommesse tramite forme legali di intermediazione, il gioco minorile, l’osservanza degli adempimenti antiriciclaggio. Complessivamente, sono stati controllati 21 esercizi commerciali (tra bar, ristoranti, sale slot, tabacchi) dislocati in tutta la provincia, con una particolare attenzione riservata alla tutela delle fasce più deboli e, quindi, ai luoghi e agli orari a maggior rischio di gioco minorile.

L’attività svolta ha consentito di riscontrare 11 violazioni amministrative e di contestare sanzioni pecuniarie per oltre 100.000 euro. In particolare, in occasione di un controllo, è stato constatato che ben 32 apparecchi elettronici di gioco venivano mantenuti accessi e collegati al fine di permetterne l’uso nella fascia oraria di interruzione quotidiana (con connessa sanzione che va da 500 a 1500 euro); inoltre, le vetrine d'ingresso del locale erano state oscurate tramite pannelli per limitare completamente la visibilità dall'esterno, portando a un’altra violazione della norma. Al titolare dell’attività è stata comminata una sanzione amministrativa che prevede il pagamento in misura ridotta pari a complessivi euro 80.000.

In un altro esercizio commerciale video slot, sono state invece riscontrate violazioni al Regolamento del Consiglio Comunale della Città che prevede, al fine di ridurre il tempo di permanenza nelle sale gioco, il divieto di utilizzo di strutture su cui sia possibile sedersi durante l’utilizzo degli apparecchi da intrattenimento.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password