Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 17/07/2024 alle ore 15:50

Attualità e Politica

11/05/2023 | 15:55

Agenzia Dogane e Monopoli, le nuove regole del Dg Alesse su uniformi e mezzi confiscati

facebook twitter pinterest
Agenzia Dogane e Monopoli le nuove regole del Dg Alesse su uniformi e mezzi confiscati

ROMA - Nuove disposizioni per la gestione dei veicoli confiscati e indicazioni aggiornate sull'uso delle divise. Le ultime novità per l'Agenzia Dogane e Monopoli arrivano dai recenti provvedimenti firmati dal nuovo direttore generale, Roberto Alesse, impegnato in un "restyling" dell'attività amministrativa rispetto alla precedente gestione di piazza Mastai. Proprio oggi, di concerto con la Ragioneria Generale dello Stato, è stata varata la circolare che riordina  la gestione del “parco-macchine” in cui confluiscono i veicoli confiscati o sequestrati (autovetture, ma anche altri mezzi di trasporto) in base alla legge doganale. L’assegnazione di tali veicoli potrà avvenire esclusivamente per l’impiego nelle attività di polizia giudiziaria o a favore dello Stato o degli enti pubblici, e sempre con finalità di giustizia, protezione civile o tutela ambientale. Gli Uffici delle dogane dovranno inoltre verificare la maggiore convenienza economica di tale utilizzo rispetto alla vendita all'asta. Le nuove disposizioni prevedono anche la possibilità di vendere con procedura amministrativa i veicoli non aggiudicati al primo incanto, opzione che andrà a ulteriore beneficio dell'erario.
È di inizio settimana, invece, il decreto direttoriale che limita l'uso delle divise per i funzionari dell'Agenzia. Secondo quanto stabilito dal provvedimento, i dipendenti dovranno indossare di prassi abiti civili. "Particolare attenzione", si legge nella nota a corredo del decreto, "viene dedicata agli operatori economici e ai contribuenti, prevedendo che il personale di ADM (amministrazione dogane e monopoli) operi in abiti civili ogni qualvolta l'attività di controllo, se svolta in uniforme, possa arrecare turbativa allo svolgimento delle attività economiche e alle relazioni commerciali o professionali". L'uso delle uniformi rimarrà, ma dovrà essere limitato ai casi in cui sia effettiva la necessità dell'Agenzia e dei suoi funzionari di rendersi riconoscibili dagli utenti, e da altri funzionari pubblici. Obiettivo della nuova disciplina è "ottimizzare le risorse finanziarie dei contribuenti", attuando una contrazione della spesa e una distribuzione più efficiente delle dotazioni.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password