Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/05/2018 alle ore 15:29

Attualità e Politica

22/12/2017 | 16:44

Consiglio di Stato, Puglia: no a licenza per sala scommesse a meno di 500 metri da una scuola

facebook twitter google pinterest
Consiglio di Stato puglia SALA SCOMMESSE

ROMA - Il Consiglio di Stato ha respinto la domanda cautelare presentata dal titolare di un punto scommesse di Taranto, già respinta anche dal Tar Puglia. Il ricorso era stato presentato contro la Questura di Taranto, che aveva negato la licenza di pubblica sicurezza per l’apertura della sala scommesse in città.
Nel novembre scorso il Tar Puglia aveva ritenuto “legittime” le motivazioni alla base del rifiuto: il titolare della società, che già in precedenza gestiva un’attività dello stesso genere, aveva violato le disposizioni sul distanziometro contenute nella legge regionale contro la ludopatia, che prevede almeno 500 metri di distanza dai luoghi sensibili. Nel caso specifico si tratta "della distanza del centro di raccolta scommesse rispetto alla scuola elementare “G. Rodari”, inferiore a 500 metri". Dopo la camera di consiglio di ieri, il Consiglio di Stato ha respinto l'appello cautelare e confermato il "no" alla licenza. 


SA/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password