Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/07/2021 alle ore 20:44

Attualità e Politica

02/02/2021 | 17:00

Coronavirus, Confesercenti: "Ristori non sono bastati a salvare le imprese"

facebook twitter pinterest
Coronavirus Confesercenti Ristori imprese

ROMA - «La pandemia ha picchiato duro sulle piccole attività e soprattutto sulle donne. I ristori non sono serviti a salvare le imprese, perché venivano già da un periodo di grande difficoltà, le perdite sono state forti e i costi hanno continuato ad andare avanti». Lo ha detto Patrizia De Luise, presidente di Confesercenti, ospite de "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia Tv . «Purtroppo rischiamo di perdere molte imprese per strada, perché questa pandemia ha picchiato duro soprattutto sulle attività di prossimità. Si tratta di piccole attività, spesso a conduzione familiare. I dati comunicati dall'Istat sono preoccupanti, tra i posti di lavoro che abbiamo perso, circa 79mila sono posti di lavoro indipendente, tra titolari e coadiuvanti. E questa pandemia ha picchiato soprattutto sulle donne perché molto spesso la titolarità d'impresa è delle donne», ha concluso.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password