Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 31/07/2021 alle ore 20:54

Attualità e Politica

12/03/2021 | 11:49

Coronavirus, Regioni e Anci: "Scelte del Governo condivisibili, ma serve accelerazione sui ristori"

facebook twitter pinterest
Coronavirus Regioni Anci ristori

ROMA - «La diffusione del virus in questa fase è decisamente più veloce a causa dell`impatto delle varianti e questo rende condivisibili le scelte che il Governo si appresta a fare con un decreto legge dettato dalla situazione epidemiologica», ma «è chiaro che a questo punto occorre un altro tipo di accelerazione sul fronte delle misure di sostegno per fare in modo che la pandemia non comporti risvolti sociali ed economici gravi». Lo ha dichiarato Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni. «Due quindi le richieste fondamentali e urgenti per il prossimo Decreto Sostegno: i ristori superino definitivamente il regime dei codici Ateco, siano retroattivi e si elimini il tetto dei 5 milioni di fatturato. Il fondo per i congedi parentali e per i voucher (baby sitter etc.) deve essere urgentemente rifinanziato e deve avere una valenza anche retroattiva per tutti i lavoratori. Serve uno sforzo poderoso perché davvero chi sta attraversando da diversi mesi difficoltà serissime non sia lasciato solo», ha spiegato Bonaccini. Una richiesta che arriva anche dall'Anci: «Purtroppo siamo di fronte a numeri che impongono ulteriori restrizioni. Ma i ristori siano varati tempestivamente, in contemporanea con le misure: rischiamo altrimenti gravi tensioni sociali. Fondamentale è anche dare garanzie sulla sicurezza dei vaccini», ha detto il presidente Antonio Decaro.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password