Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/04/2021 alle ore 17:26

Attualità e Politica

16/03/2021 | 11:57

Corse clandestine a Messina, Scalfarotto (sottosegr. Interno): "Costante attenzione delle forze di polizia per la prevenzione e il contrasto dell'attività criminale"

facebook twitter pinterest
Corse clandestine Messina Scalfarotto Interno polizia prevenzione contrasto

ROMA - Le corse clandestine dei cavalli a Messina «rappresentano un tradizionale interesse delle organizzazioni criminali, che utilizzano tale attività quale fonte di guadagno attraverso la gestione di scommesse illecite»: su questo fenomeno «è costante l'attenzione delle forze di polizia, sia in termini di attività di prevenzione che di contrasto», attraverso un'azione ancora «più strutturata e strategica, mirata all'individuazione dei soggetti coinvolti nelle gare clandestine, dei luoghi in cui vengono custoditi gli animali, del giro d'affari e degli interessi riconducibili ai gruppi criminali». È la risposta del sottosegretario all'Interno, Ivan Scalfarotto, all'interpellanza presentata dal deputato di Liberi e Uguali, Nicola Stumpo, che chiedeva «quali iniziative di controllo del territorio e di prevenzione e di contrasto della criminalità abbia messo o intenda mettere in atto» per la città di Messina, dove «diverse operazioni delle forze dell'ordine e procedimenti penali» hanno segnalato la presenza di organizzazioni criminali dedite «alla gestione delle gare clandestine di cavalli e alle relative scommesse».
«In occasione di vari comitati per l'ordine e la sicurezza pubblica e di riunioni tecniche di coordinamento delle forze di polizia, è stata convenuta la necessità di intensificare l'attività di pattugliamento nelle zone in cui più spesso sono avvenute le attività clandestine, potenziando i servizi di vigilianza, specie nelle fasce orarie notturne e della prima mattina» e «sono stati anche realizzati servizi di vigilanza massivi, con il coinvolgimento delle forze dell'ordine, della polizia locale e del servizio veterinario, al fine di scoraggiare lo svolgersi delle corse», ha spiegato il sottosegretario. 
«Una conferma dell'incisiva e costante azione delle forze dell'ordine è testimoniata dall'operazione avvenuta lo scorso 11 novembre, con le quali è stata data esecuzione di misure cautelari nei confronti di 33 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere di tipo mafioso, corse clandestine di cavalli, scommesse clandestine su competizioni sportive non autorizzate», ha ricordato. «Per quanto riguarda le attività di prevenzione e repressione del gioco illegale e la tutela dei minori, la polizia di Stato, in collaborazione con l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e delle altre forze di polizia, svolge periodicamente piani straordinari di controllo del territorio sugli esercizi commerciali dediti alla raccolta del gioco e delle scommesse», ha concluso
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password