Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/09/2020 alle ore 20:44

Attualità e Politica

09/09/2020 | 16:15

Covid-19, aziende del gioco "dimenticate": niente rimborso per la sanificazione delle sale

facebook twitter google pinterest
Covid 19 aziende gioco dimenticate rimborso sale

ROMA - Sale giochi e scommesse sono le uniche attività del settore dell'intrattenimento che risultano escluse dai rimborsi del 60% delle spese sostenute per l’adeguamento degli ambienti di lavoro, per la sanificazione dei locali e l’acquisto dei dispositivi di protezione anti-Covid. L'Agenzia delle Entrate ricorda, in una nota pubblicata sul suo sito, che il DL Rilancio aveva introdotto delle agevolazioni fiscali per le aziende che, durante l’emergenza epidemiologica, hanno proceduto alla sanificazione e acquisto dei dispositivi di protezione, per contenere la diffusione del virus e salvaguardare la salute di clienti e dipendenti: secondo quanto prevede la norma, le imprese possono ottenere un credito di imposta pari al 60% delle spese complessive sostenute, per un massimo di 80mila euro.
Nell'elenco delle attività che possono avere accesso al credito di imposta, però, non risultano le ricevitorie, le sale slot e le sale scommesse. Al contrario, sono ammesse a presentare la richiesta cinema, discoteche, stabilimenti balneari e termali e i parchi di divertimento.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password