Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/12/2018 alle ore 11:45

Attualità e Politica

07/08/2018 | 11:46

Decreto Dignità, il Governo accoglie come raccomandazione gli odg del PD su autolimitazione delle giocate, riduzione dell'offerta e aumento dei controlli

facebook twitter google pinterest
Decreto Dignità Governo odg PD

ROMA - Il Governo ha accolto come raccomandazione alcuni ordini del giorno presentati al decreto Dignità dai senatori del PD Edoardo Patriarca e Luciano D'Alfonso. In particolare, un ordine del giorno impegna il Governo «a predisporre con proprio atto nuovi interventi tecnologici a salvaguardia del giocatore e di prevenzione e contrasto agli effetti del gioco d’azzardo patologico, quali ad esempio: strumenti di autolimitazione in termini di tempo e di spesa; messaggi automatici durante il gioco che evidenziano la durata dello stesso; abbassamento degli importi minimi delle giocate; introduzione di altri strumenti tecnologici che, nel rispetto della normativa sulla privacy, consentono un maggior controllo sul grado di partecipazione al gioco dei singoli giocatori più esposti al rischio del gioco d’azzardo patologico».
Un altro ordine del giorno impegna il Governo «a ridurre l’offerta di gioco, sia dei volumi che dei punti vendita attraverso: l’anticipo delle riduzione delle AWP a partire prioritariamente dagli esercizi che ne detengono un numero maggiore e che presentino inadeguate condizioni di agibilità; dimezzamento entro un congruo lasso di tempo dei punti vendita del gioco al pubblico; definendo un sistema di regole relative alla distribuzione territoriale e temporale dei punti gioco».
Un altro ordine del giorno accolto come raccomandazione impegna il Governo «al fine di tutelare la salute e la sicurezza pubblica e di contrastare illegalità a predisporre con proprio atto un innalzamento del sistema dei controlli contro il gioco illegale, attribuendo competenze specifiche anche agli organi di polizia locale, prevedendo un apposito potere sanzionatorio e attribuendo i relativi proventi ai Comuni; a predisporre un sistema strutturato di vigilanza e di controllo dei giochi che colleghi il rispetto delle normative antimafia e antiriciclaggio con le ispezioni amministrative, le verifiche tributarie e il monitoraggio continuo e capillare delle tecnologie elettroniche e informatiche; ad introdurre un nuovo modello di governance della vigilanza nel settore dei giochi e del1e scommesse improntato a efficacia ed efficienza, basato anche sulla centralizzazione di qualunque dato o informazione giudiziaria riguardanti il gioco d’azzardo». Accolto come raccomandazione anche l'ordine del giorno che impegna il Governo «a definire linee d’azione volte a prevenire la diffusione del gioco d’azzardo patologico, realizzando periodiche campagne informative ed educative volte ad accrescere la conoscenza dei fenomeni relativi al gioco d’azzardo patologico nonchè dei fattori di rischio per la salute correlati al gioco compulsivo e problematico indirizzate specificamente alle famiglie;
a predisporre materiale informativo mirato a promuovere la consapevolezza delle reali possibilità di vincita nel gioco d’azzardo, del rischio di perdite economiche e d’indebitamento, nonchè delle possibili conseguenze di carattere legale che tale rischio comporta; a predisporre presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, attività formative finalizzate a educare i giovani a un approccio consapevole e responsabile ai giochi con vincite in denaro, nonchè a informarli e sensibilizzarli sui fattori di rischio connessi a tali giochi, allo scopo di attuare una prevenzione selettiva del gioco compulsivo e del gioco d’azzardo patologico».
Il Governo ha accolto come raccomandazione l'ordine del giorno che lo impegna «al fine di tutelare efficacemente i consumatori a predispone tutte le misure volte all’apertura di un confronto con gli altri Stati europei per favorire una legislazione comunitaria omogenea sulla pubblicità nel settore dei giochi». Un altro ordine del giorno impegna il Governo «in un’ottica di accentuazione deltazione preventiva e di contrasto al gioco d’azzardo patologico ad adottare misure volte a mantenere le caratteristiche attuali di bassa giocata e bassa vincita escludendo, pertanto, la possibilità di utilizzare banconote o qualsiasi altra forma di moneta elettronica nonchè la possibilità per le VLT di inserire banconote di valore superiore a 100 euro».
L'ordine del giorno Patriarca 9.10 impegna il Governo «a garantire la completa tracciabilità delle giocate e delle vincite attraverso l’obbligo di pagamento con moneta elettronica», mentre l'ordine del giorno D'Alfonso 9.11 impegna il Governo «ad accentuare l’azione di prevenzione e contrasto al riciclaggio di denaro prevedendo un limite massimo agli importi delle singole giocate». L'odg accolto come raccomandazione impegna il Governo «in collaborazione con le associazioni di categoria rappresentative degli esercenti e dei concessionari abilitati all’offerta pubblica di giochi con vincite in denaro a definire linee d’azione volte a definire un codice etico di condotta a cui gli stessi esercenti devono attenersi allo scopo di contenere eventuali comportamenti di gioco a rischio, di individuare giocatori che manifestino modalità di gioco problematiche». Un altro odg impegna il Governo «ad elevare a livello comunitario il dibattito sul divieto di pubblicità e sul riequilibrio europeo della tassazione del gioco d’azzardo con particolare riferimento al gioco online». Infine l'ultimo ordine del giorno impegna il Governo «ad utilizzare le risorse incrementali del Fondo per il contrasto al gioco d’azzardo patologico per premiare le scelte delle regioni che abbiano ottenuto i maggiori risultati in merito al contrasto al gioco d’azzardo patologico».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password