Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/06/2022 alle ore 11:15

Attualità e Politica

17/02/2022 | 14:24

Decreto Lotterie, relazione tecnica: anche nel 2022 confermata solo la Lotteria Italia

facebook twitter pinterest
Decreto Lotterie 2022 Lotteria Italia

ROMA - Anche nel 2022 ci sarà solo la Lotteria Italia, «che si ritiene possa comunque avere un potenziale riscontro positivo, anche in termini erariali»: è quanto si legge nella relazione tecnica dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che accompagna lo schema di decreto ministeriale per l'individuazione delle manifestazioni da abbinare alle lotterie nazionali da effettuare nel 2022, inviato dal Mef alla Camera e assegnato alla Commissione Finanze, che dovrà esprimere il proprio parere entro il 18 marzo.
L'edizione 2020 era stata pesantemente condizionata dalle «disposizioni adottate sugli orari di chiusura di alcune categorie di esercizi commerciali» e dalle «limitazioni agli spostamenti», che avevano «inevitabilmente ridotto le concrete possibilità di acquisto dei tagliandi». Il trend dell'ultima edizione, invece, è più che positivo ed evidenza «un incremento delle vendite rispetto all'anno precedente»: secondo i dati resi noti dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli lo scorso 6 gennaio, nel 2021 sono stati venduti quasi 6,4 milioni di tagliandi, con un aumento del 38% rispetto al 2020 (4,6 milioni di tagliandi) e una raccolta che ha sfiorato i 32 milioni di euro.
Anche per il 2022, come per il 2021, «non sono pervenute domande finalizzate all'abbinamento di ulteriori lotterie a manifestazioni o eventi da parte degli enti organizzatori». È evidente - si legge ancora nella relazione illustrativa - che «l'abbinamento a trasmissioni televisive e radiofoniche di richiamo nazionale costituisce un elemento importante per il successo del gioco, anche in termini erariali», dal momento che «l'impatto mediatico esercitato dal messaggio televisivo suscita curiosità nei confronti della lotteria e un maggiore interesse da parte del pubblico». Quindi, per il «mantenimento dei livelli della raccolta nel settore, la riaffermazione delle lotterie "tradizionali", pertanto, non può prescindere dal correlato interesse che le emittenti televisive potranno riservare» al gioco, attraverso «abbinamenti a spettacoli televisivi di più rilevante interesse e in fasce orarie di maggiore ascolto».
MSC/Agipro

Foto Credits Fedetvc CC BY-SA 4.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password