Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/01/2021 alle ore 16:38

Attualità e Politica

12/12/2020 | 08:53

Decreto Ristoro, Senato: via libera delle Commissioni Bilancio e Finanze, testo in Aula lunedì 14 dicembre

facebook twitter google pinterest
Decreto Ristoro Senato Commissioni Bilancio Finanze Aula

ROMA - Via libera delle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato al maxi Decreto Ristoro: le Commissioni hanno conferito mandato ai relatori Mauro Marino (Italia Viva) e Vincenzo Presutto (M5s) a riferire favorevolmente in Aula, convocata per lunedì 14 dicembre alle 16:30. Stop a tutti gli emendamenti sui giochi: l'unica proposta di modifica approvata è il subemendamento di Emiliano Fenu (M5S) che modifica l'iscrizione al Registro unico degli operatori di gioco, che sarà richiesta anche ai concessionari delle lotterie istantanee e ai possessori delle ticket redemption; inoltre Adm pubblicherà «sul proprio sito istituzionale i dati identificativi degli iscritti e l'indirizzo degli esercizi dove viene effettuata la raccolta di gioco». Sarà un decreto del Mef a stabilire tutte le disposizioni applicative relative alla tenuta del Registro, non solo per l'iscrizione e la cancellazione, ma anche per «la sospensione». Dal «150esimo giorno» successivo all'entrata in vigore del decreto del Mef, il Ries (l'elenco degli operatori, istituito dalla Finanziaria 2006 e modificato dalla Finanziaria 2011) «cesserà di avere efficacia».

Tutti gli ordini del giorno presentati sono stati accolti dal Governo come «impegno a valutare l'opportunità di dare attuazione alla parte dispositiva»: tra questi, anche l'ordine del giorno del senatore di Forza Italia Massimo Mallegni che chiedeva al GOverno di rivedere la norma che «introduce la tassa sulla raccolta per sostenere il fondo salvasport, interloquendo con gli operatori del gioco legale al fine di rendere tale disposizione economicamente sostenibile per il settore».
Il primo Decreto Ristoro prevede un contributo a fondo perduto del 200% per le «attività connesse con le lotterie e le scommesse, comprese le sale bingo». Il Governo ha poi depositato nelle Commissioni un emendamento con il testo del Decreto Ristori Bis, che aggiunge un contributo del 100% per le attività di «gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone» e un subemendamento con il testo del Ristori Quater, che prevede il versamento del 20% del preu su slot e vlt del quinto bimestre 2020 entro il 18 dicembre e la rateizzazione del restante 80% a partire dal 22 gennaio del prossimo anno. 
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password