Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/04/2021 alle ore 16:15

Attualità e Politica

08/04/2021 | 17:30

Decreto Sostegno, Egp-Fipe: "Proroga dei versamenti preu e agevolazioni fiscali per salvare le aziende di giochi"

facebook twitter pinterest
Decreto Sostegno Egp Fipe Proroga versamenti preu giochi

ROMA - Spostamento dei versamenti del preu sugli apparecchi da gioco al secondo semestre, non debenza dei canoni concessori per le mensilità 2021 finora non esercitate, reintroduzione del credito di imposta per i canoni di locazione per primi mesi dell'anno e, per il gioco del bingo, reintroduzione della misura del pagamento dilazionato a 90 giorni delle cartelle ritirate per la vendita: sono le proposte elencate da Emmanuele Cangianelli, presidente di Egp-Fipe, nel corso dell'audizione sul Decreto Sostegno nelle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato. L'organizzazione rappresenta la distribuzione specializzata dei servizi pubblici di raccolta di gioco, in cui «operano complessivamente circa 45mila lavoratori in diverse migliaia di punti vendita dedicati». Sale scommesse, bingo e sale dedicate agli apparecchi da intrattenimento sono totalmente inattive, a causa dei provvedimenti del Governo, «da 10 mesi negli ultimi 14: 291 su 425 giorni, il 68% del periodo», un numero di settimane «maggiore di quelle della attuale previsione dei trattamenti di integrazione salariale» contenuta nel Decreto Sostegno, ha ricordato.
Il Decreto Sostegno «è ingiustamente discriminatorio per gli operatori con più punti vendita (fatturato superiore a 10 milioni di euro) e, per questo, è incoerente con il modello concessorio del nostro ordinamento» e anche per le «imprese che, per molti mesi, hanno subìto perdite di ricavi del 100%, a fronte di imprese che hanno subito perdite sì significative, ma di gran lunga inferiori», ha sottolineato. «Con il supporto alla continuità dei punti vendita si difende la legalità, la tutela dei consumatori (e in primo luogo delle categorie più deboli) e il contributo all’economia del Paese del sistema dei giochi pubblici, a partire dalle migliaia di posti di lavoro qualificati presenti nelle sale», ha concluso.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password