Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/07/2018 alle ore 09:01

Attualità e Politica

28/02/2018 | 17:19

Giochi, Astro e comune di Spirano (BG): nasce un “laboratorio” tra Istituzioni e operatori

facebook twitter google pinterest
Giochi ASTRO Spirano LABORATORIO

ROMA - Un “laboratorio” con istituzioni e operatori per iniziative e interventi sul settore gioco. E’ quanto è emerso dall’incontro di questa mattina a Spirano, in una provincia – Bergamo – che in passato è stata protagonista di iniziative clamorose in tema di limitazione dell’offerta. “Finalmente é stato un incontro innovativo per l'industria del gioco ”, ha detto Paolo Gioacchini, vicepresidente di Astro, che è intervenuto all’incontro, “dobbiamo ringraziare il Comune - nella persona del sindaco Giovanni Malanchini - e la Polizia Locale, in particolare il Comandante Matteo Copia, che hanno mostrato piena disponibilità alla collaborazione, attraverso un tavolo di confronto, in una provincia che dispone di una legislazione molto discussa in materia di giochi. Il sindaco Malanchini ha riconosciuto la realtà che c’è dietro le aziende di gestione aderenti ad Astro, che fanno parte del tessuto connettivo della società e rappresentano un presidio di legalità su tutto il territorio. Dal tavolo di lavoro, a cui Astro deve partecipare, possono uscire proposte e progetti concreti per la salvaguardia sia dei posti di lavoro che della tutela della salute pubblica in materia di gioco". La psicoterapeuta Sarah Viola, dopo aver spiegato bene da cosa originano le varie dipendenze, ha poi sottolineato l’effetto-boomerang della regolamentazione sugli orari, che spinge il giocatore ad “accelerare” il ritmo delle partite quando si avvicina il momento del break e a riprendere con foga a giocare quando la finestra oraria si riapre. “L’effetto potrebbe essere paragonato a quanto è stato osservato in Gran Bretagna, con il divieto di vendere birra dopo una certa ora. Anche lì, l’effetto è che i clienti bevono di più con l’avvicinarsi del suono della campanella nei pub”, ha aggiunto il presidente di Astro, Massimiliano Pucci, che ha partecipato al convegno.  Gilberto Giudici, responsabile Smi “Il Piccolo principe”, infine, si è detto disponibile ad aprire una collaborazione con il centro studi Astro finalizzata allo studio degli effetti delle normative vigenti e, più in generale, ad una condivisione di tutti i dati disponibili sul mondo del gioco pubblico.

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password