Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/07/2019 alle ore 19:02

Attualità e Politica

26/06/2019 | 12:33

Giochi, Cantone (ANAC): "Concessionari sotto controllo, bisogna concentrarsi sui punti scommesse sul territorio"

facebook twitter google pinterest
Giochi Cantone ANAC Concessionari punti scommesse

ROMA - «Il vero problema è che la maggior parte delle concessioni» dei giochi «sono state già date, quasi tutte senza gara». Lo ha detto il presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone, ascoltato in audizione ieri in Commissione Antimafia, rispondendo al senatore Giovanni Endrizzi (M5S). Bisogna concentrarsi «sul meccanismo "a valle": i grandi concessionari sono pochi e, teoricamente, sono controllabili», mentre i punti scommesse sul territorio «vengono aperti come se fossero normali negozi» e, per loro, «non è prevista l'interdittiva antimafia. In certi Comuni ci sono più punti scommesse che chiese o salumerie. Bisognerebbe chiedersi chi c'è dietro questi punti e, in certe realtà, c'è sicuramente la criminalità organizzata».
Come Anac, ha ricordato Cantone, «ci siamo occupati di una vicenda interessante che aveva riguardato una società molto importante, legata al figlio di un mafioso siciliano, che era stata raggiunta da interdittiva» antimafia. «Però non si è riuscito a revocare quell'appalto, almeno fino a pochi mesi fa, fino a quando ce ne eravamo occupati: quell'appalto continuava per difficoltà enormi da parte dei Monopoli. La ragione era che tutto sommato si trattava di interrompere un flusso di denaro enorme», ha spiegato. «Fra l'altro, quella società - di cui si dovrebbe occupare la Commissione Antimafia perchè, accanto alle infiltrazioni mafiose che avevano giustificato l'interdittiva, aveva messo in atto un sistema di sottrazione dei soldi pubblici attraverso il mancato pagamento delle imposte previste», ha concluso.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

european lotteries

Report European Lotteries: nel 2017 ricavi per 37 miliardi

22/07/2019 | 18:10 ROMA - Un volume di gioco da 88,5 miliardi di euro che ha generato ricavi per 37,1 miliardi di euro e destinato 23,3 miliardi alle attività per il sociale. È la fotografia del settore Lotterie, aggiornata all'anno...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password