Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2021 alle ore 20:55

Attualità e Politica

18/11/2021 | 11:36

Giochi, D'Attis (Forza Italia): "Decreto Dignità è simbolo dell'ipocrisia della politica, il settore legale non deve essere demonizzato"

facebook twitter pinterest
Giochi DAttis Forza Italia Decreto Dignità

ROMA - «Sul tema del gioco legale c'è grande ipocrisia da parte della politica. Il punto massimo della demagogia è stato raggiunto con il Decreto Dignità, che vietava la pubblicità del gioco, anche se con gli introiti del settore legale si finanziava una parte del reddito di cittadinanza. Questo è l'emblema dell'ipocrisia». Lo ha detto Mauro D'Attis (Forza Italia), nel corso del webinar "Oltre le incertezze. Verso il riordino del gioco legale".
«Il settore non deve essere demonizzato: il tema della tutela sociale deve essere affrontato seriamente, anche con l'ausilio di strumenti tecnologici, ma senza un approccio proibizionista», ha sottolineato. «Bisogna ammettere con onestà che quello che è accaduto negli ultimi due anni», tra pandemia e provvedimenti normativi degli enti locali, «ha finito per aumentare gli introiti del gioco illegale, non solo di quello che evade il fisco, ma anche di quello che è gestito direttamente dalla criminalità», ha sottolineato. «Il riordino è sicuramente necessario, ma quando vengono presentati emendamenti che aprono a questo tema, alcuni partiti chiedono che non se ne parli. In sede parlamentare c'è un blocco che impedisce anche la trattazione di questo argomento», conclude.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password