Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/11/2018 alle ore 17:03

Attualità e Politica

03/07/2018 | 09:30

Giochi, Mestre (VE): sigilli alla sala scommesse, è troppo vicina a scuole e chiesa

facebook twitter google pinterest
Giochi Mestre scommesse

ROMA - Sigilli a un centro scommesse di Mestre troppo vicino – meno dei 500 metri regolamentari – da luoghi sensibili come le scuole, gli asili nido e una chiesa. Gli agenti del servizio attività produttive del Comune di Venezia sono intervenuti nel locale, aperto lo scorso 26 maggio, malgrado le difformità con il regolamento comunale, sulla base di una licenza rilasciata dalla Questura, “ai soli fini di pubblica sicurezza”. Il regolamento del Comune di Venezia, invece, prevede la possibilità di aprire nuove sale giochi solo in locali che distano almeno 500 metri dai luoghi sensibili. La ditta era già stata informata di questa difformità sia dal Comune di Venezia, in sede dei lavori edilizi, sia dalla Questura al rilascio dell’autorizzazione, ma aveva aperto ugualmente. «La chiusura tempestiva della sala giochi di via Mestrina conferma come il regolamento approvato dal consiglio comunale sia uno dei più severi in Italia», ha detto l’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password