Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/02/2018 alle ore 09:26

Attualità e Politica

08/01/2018 | 12:23

Giochi, Petrone (AD Sisal): «Nel 2017 oltre 17 miliardi di fatturato lordo, 200 milioni di transazioni all'anno»

facebook twitter google pinterest
Giochi Petrone AD Sisal

ROMA - «Non abbiamo ancora i dati definitivi, ma credo di poter dire che staremo sopra i 17 miliardi di fatturato lordo, di cui circa 9 miliardi provenienti dall'area SisalPay. La nostra forza è la presenza sul territorio con più di 40 mila punti vendita, 13 milioni di clienti e 200 milioni di transazioni gestite all'anno». È il bilancio tracciato da Emilio Petrone, dal 2008 amministratore delegato di Sisal, in un'intervista a "L'Economia". «Entrambi i settori crescono, in tutti i segmenti, ma a velocità diverse. Alcuni prodotti di gioco, come ad esempio il SuperEnalotto, i giochi online e il betting, ci stanno dando buone soddisfazioni. SisalPay sta crescendo moltissimo: lo sviluppo nel tempo è stato non solo numerico - dagli 1,4 miliardi transati nel 2008 ai 9 miliardi del 2017 — ma anche tecnologico. Abbiamo già investito 20 milioni per rinnovare i terminali e ne investiremo altrettanti nel 2018 per potenziare il canale digitale. Proprio in questi giorni, inoltre, abbiamo lanciato un'app per sviluppare il canale dell'e-payment. L'idea è quella di semplificare ancora di più i servizi che offriamo ai cittadini: poter pagare un bollo o una bolletta, piuttosto che ricaricare la propria sim o la carta prepagata con un semplice clic, anche in mobilità; lo si potrà fare ad esempio scattando una foto alla bolletta o inquadrando un Qr code. I pagamenti, poi, potranno essere archiviati per cinque anni. Possibilità utile ad esempio per i bolli auto», ha spiegato. «Ci stiamo concentrando sulla costruzione di una vera e propria digital factory. Nell'ultimo anno, ad esempio, abbiamo assunto 40 giovani, di cui oltre la metà donne, per accelerare sulla trasformazione digitale. Un percorso che ha nella nuova app un primo risultato concreto ma che proseguirà con altri investimenti. Stiamo costruendo all'interno dell'azienda queste nuove competenze e per farlo, entro il prossimo anno, assumeremo altri 60 talenti, fra startupper ed esperti di digitale», ha concluso.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

Scarica l'app dallo store

Scarica
chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password