Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/07/2018 alle ore 20:33

Attualità e Politica

29/06/2018 | 14:51

Giochi, la proposta di legge Mantero (M5S): "L'obiettivo è una normativa nazionale, con distanze minime e limiti orari validi per tutti"

facebook twitter google pinterest
Giochi distanze minime limiti orari poteri Comuni testo legge Mantero M5S

ROMA - «Stabilire una disciplina uniforme, con misure volte a ridurre l’offerta complessiva del gioco d’azzardo, prevedendo una più idonea collocazione delle sale da gioco nel territorio, stabilendo limitazioni temporali all’esercizio del gioco e definendo in modo chiaro le competenze dei Comuni in materia»: è l'obiettivo della proposta di legge recante "Modifiche al decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2012, n. 189, e al testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, in materia di limiti all’apertura di sale da gioco e di orari di funzionamento degli apparecchi per il gioco lecito" di Matteo Mantero (M5S). Il senatore spiega che «l’attuale disciplina sul gioco d’azzardo si potrebbe definire a macchia di leopardo, con forti differenze tra regione e regione e anche all’interno della stessa regione, essendo possibili scelte differenti da parte di comuni limitrofi»: per questo propone di vietare l'installazione degli apparecchi da gioco «in locali che si trovano a una distanza non inferiore a 300 metri per i comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti e non inferiore a 500 metri per i Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti» dai luoghi sensibili» e «a una distanza pari almeno a 100 metri» da bancomat e compro oro. Inoltre i sindaci possono disporre «limitazioni temporali all’esercizio delle sale da gioco e dell’orario di funzionamento degli apparecchi» che «non può essere superiore a otto ore giornaliere».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password