Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/10/2018 alle ore 12:43

Attualità e Politica

07/12/2017 | 17:35

Gioco online, European Lotteries: “Procedure di infrazione Ue chiuse: una decisione logica”

facebook twitter google pinterest
Gioco online European Lotteries

ROMA - La decisione della Commissione Europea di chiudere le procedure di infrazione di numerosi Stati Membri in materia di gioco online è “logica” e non avrà ripercussioni “sull’ordine pubblico e sulla protezione dei consumatori”. E’ quanto dice Arjan van ‘t Veer, Segretario Generale della European Lotteries, l’Associazione europea nata nel 1983 che riunisce oltre 70 operatori.

"Per la Commissione europea è logico chiudere i casi quando non è più necessario seguirli. L’ordine pubblico e la protezione dei consumatori sono trattate al meglio con controlli e regolamenti a livello dei singoli Stati Membri".

La European Lotteries “ricorda che gli Stati membri dispongono di un ampio margine discrezionale nel determinare la loro politica di gioco sul loro territorio. Hanno il diritto di decidere misure restrittive per l'ordine pubblico e la protezione dei consumatori, alla luce delle caratteristiche specifiche nazionali”.

È quindi accolta con favore la decisione della Commissione di riconoscere “la più ampia legittimità politica degli obiettivi di interesse pubblico che gli Stati membri perseguono nella regolamentazione dei servizi di gioco”, una linea confermata anche “dal Consiglio e dalla giurisprudenza della Corte Ue”.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse illegali Enna multa

Scommesse illegali in provincia di Enna, multa da 50mila euro

15/10/2018 | 09:10 ROMA - Non aveva alcuna autorizzazione, ma accettava scommesse utilizzando un bookmaker estero che però non poteva operare in Italia: il gestore di una sala di Aidone, in provincia di Enna, è stato denunciato e nei suoi...

Giochi Umbria No Slot sindaci

Giochi, Umbria: consegnato il marchio No Slot ai sindaci

13/10/2018 | 17:00 ROMA - L’assessore regionale alla Salute, Luca Barberini, ha consegnato il marchio “Umbria No Slot” ai sindaci dei Comuni umbri che avranno il compito di assegnarlo ai locali in possesso dei requisiti previsti dalla...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password