Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/12/2018 alle ore 11:00

Attualità e Politica

28/11/2018 | 17:00

Gratta&Vinci online, Di Feo (Amm. Giochi24): “Mobile sempre più protagonista nell'esperienza di gioco”

facebook twitter google pinterest
GrattaeVinci Di Feo gioco online mobile

ROMA - Il gioco a portata di click, anzi a portata di touch. Accade anche con i Gratta&Vinci online su Giochi24, con il mobile preferito al desktop da più della metà dei giocatori. L’approccio al gioco online è decisamente cambiato negli ultimi anni, come conferma Paolo Di Feo, amministratore unico e azionista di Giochi24. «Direi che questo ormai è un dato consolidato, su www.giochi24.it e www.lottoland.it tutto è progettato per il mobile, in particolare per i casinò. Il desktop, ormai, ha principalmente una funzione di registrazione iniziale. – spiega Di Feo - Se non ci fosse un rilancio continuo sul complicare il più possibile l’esperienza di gioco, cosa che ormai ottiene effetti opposti a quello della tutela dei giocatori, avremmo il desktop utilizzato solo da chi è obbligato a starci davanti per altri motivi, come accadde per tutti gli altri prodotti online. Gli schermi sempre più grandi, da 6 pollici o più – conclude l’amministratore unico e azionista di Giochi24 - permettono ormai alle nostre giocatrici non solo di giocare al Bingo, ma di scegliersi, ad esempio, delle scarpe o dei vini, per citare acquisti dalle esigenze grafiche più complesse del Superenalotto e del Bingo». Un trend in costante crescita, così come l’utilizzo delle App dedicate al gioco online. «Le policy di Google e Apple rendono “sospetti” i siti di gioco con vincita in denaro e complicano l’esperienza di “scarico” del gioco legale,  favorendo per le app, i siti che monetizzano in modo e tempi più “dolci” (detti “for fun”), ma che in realtà devono anche loro monetizzare – spiega ancora Di Feo - Questo aumenta una naturale tendenza a cominciare con i siti in versione mobile, passando alle app solo se si diventa interessati a un gioco in particolare e ovviamente se quel gioco ha una app costruita bene, cosa non sempre vera».

RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password