Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/11/2018 alle ore 11:51

Attualità e Politica

24/10/2018 | 19:10

Ice Africa, Grisci (MD Stanleybet Group): “Già presenti in Nigeria, ora i nostri servizi B2B in almeno dieci paesi”

facebook twitter google pinterest
Grisci africa stanleybet

ROMA - La fornitura di servizi di livello internazionale ai bookmaker africani, in un mercato dalle enormi potenzialità. Con questo obiettivo, anche Stanleybet è presente a “Ice Africa”. A spiegare, ad Agipronews, le strategie dell’operatore inglese è Luca Grisci, Managing Director del gruppo.

Grisci, con quali obiettivi siete alla fiera del gaming di Johannesburg?

"Presentiamo – grazie anche a Media System Technology  che ci ha dato l’opportunità di condividere lo stand a “Ice Africa” - il nostro marchio B2B Magellan, con l’intenzione di espandere la nostra presenza in Africa. Siamo già presenti in Nigeria grazie all’accordo con un bookmaker - Bet1960  - a cui forniamo i nostri prodotti 'virtual'".

Che struttura ha il mercato in Africa?

"Ci sono molti operatori di piccoli dimensioni e quattro-cinque grandi bookmaker, due dei quali molto conosciuti anche in Europa".

Cosa state proponendo ai visitatori del vostro stand a Ice Africa?

"Il prodotto di punta è il virtual “Trident”, ma stiamo presentando anche il nostro sistema di accettazione di scommesse - sia self service sia con l’ausilio di operatori di sportello".

Il focus di Stanleybet quindi è soprattutto sul retail?

"In questo momento sì, anche se non dimentichiamo l’online. Tra poche settimane  saremo pronti con il “Trident” in versione mobile e web. Successivamente offriremo gli altri prodotti, tra cui i virtual su motori, sulle corse di cavalli e di cani, Keno e lotterie".

Quali sviluppo può avere il mercato delle scommesse in Africa?

"Il continente ha enormi potenzialità, in prospettiva molto superiori all’Europa. Se volessimo fare un paragone, l’Africa del betting è attualmente simile all’Europa di venti anni fa. Il mobile è lo strumento principale sia per i sistemi di pagamento sia per la partecipazione ai giochi e alle scommesse. E i margini degli operatori, in ogni caso, sono estremamente incoraggianti: un aspetto che ovviamente ci interessa molto, anche come fornitori di servizi".

Quale sarà Il prossimo passaggio del vostro approccio all’Africa?

"Stringere accordi e firmare contratti per portare i nostri prodotti in diverse nazioni. Puntiamo ad un operatore in ognuno dei dieci mercati principali, in particolare quelli regolati che danno più garanzie a giocatori e bookmaker".

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse illegali Malta l'Italia

Scommesse illegali, accordo di intelligence tra Malta e l'Italia

15/11/2018 | 09:27 ROMA - Le autorità maltesi procederanno allo scambio di informazioni di intelligence antimafia con le loro controparti italiane, dopo la scoperta del ruolo di Malta in un grande racket di riciclaggio di denaro da parte del crimine...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password