Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/12/2020 alle ore 19:01

Attualità e Politica

10/11/2020 | 16:52

Ippicoltura, Pautasso (Ippodromi Associati): "No allo smembramento della filiera ippica, serve unica gestione"

facebook twitter google pinterest
Ippicoltura Pautasso Ippodromi Associati filiera ippica Coni Mipaaf

ROMA - «Il Mipaaf ha annunciato che l'organizzazione delle corse sarebbe trasferita sotto la gestione del Coni, mentre la parte dell'allevamento resterebbe sotto la gestione diretta del Ministero: tale scelta provocherebbe uno smembramento della filiera ippica» che «deve rimanere unita sotto un'unica responsabilità di gestione e di controllo». Lo ha detto Elio Pautasso (Gruppo Ippodromi Associati) nel corso di un'audizione in Commissione Agricoltura alla Camera, nell'ambito dell'esame della proposta di legge sull'ippicoltura. «In nessuna nazione del mondo le corse dei cavalli sono inserite sotto il controllo o la gestione del Comitato olimpico locale e che lo stesso CIO, a nostro modo di vedere, non considererebbe in modo favorevole la scelta italiana», ha spiegato Pautasso. Inoltre «gli ippodromi, nella maggior parte dei casi, sono patrimonio pubblico, di proprietà delle amministrazioni locali, e anche l'Anci ha rappresentato alcune perplessità su questo passaggio al Coni», ha sottolineato. La riforma della filiera ippica dovrebbe prevedere, invece, «una società in house del Ministero o l'istituzione di un'agenzia, posta sotto il controllo del Mipaaf e del Mef».
«Riteniamo utili tutti i provvedimenti finalizzati a riportare l'intera filiera del cavallo sotto la normativa fiscale e previdenziale del settore agricolo» e «chiediamo che tali considerazioni siano valide anche per imprese come le nostre che esercitano l'attività di gestione degli ippodromi», ha concluso 
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password