Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/11/2018 alle ore 08:50

Attualità e Politica

29/01/2018 | 12:25

Lombardia, Gori (PD): «Dalla Regione scelte demagogiche sui giochi, il proibizionismo non è la soluzione»

facebook twitter google pinterest
Lombardia Gori PD «Proibizionismo giochi

ROMA - La Regione Lombardia «si è battuta per i 500 metri dai luoghi sensibili» in Conferenza Unificata - dove lo scorso 7 settembre è stato siglato l'accordo tra Governo ed enti locali sulla redistribuzione del gioco sul territorio - «ma la ritengo una strada demagogica: il proibizionismo non è la soluzione, sarebbe solo un regalo alla criminalità». Lo ha detto Giorgio Gori, sindaco di Bergamo e candidato governatore del centrosinistra in Lombardia, intervenuto alla terza edizione degli Stati generali per il contrasto al gioco d'azzardo a Milano. «Ho lavorato in prima persona all'accordo Stato-Regioni», ha ricordato. «Sono molto dispiaciuto che il gran lavoro fatto non si sia tradotto nel tavolo tecnico che sarebbe stato necessario per rendere concreto quel testo condiviso». Per il futuro, «credo che la Lombardia debba estendere la legge regionale a tutte le tipologie di gioco - perché su alcuni un sindaco non ha alcun potere - possibilmente con un coordinamento condiviso», si legge su GiocoNews.
RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password