Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/11/2022 alle ore 08:49

Attualità e Politica

13/10/2022 | 12:00

Lotto, Cassazione assolve la titolare di una ricevitoria: versamenti tardivi per motivi di salute, l'accusa di peculato non sussiste

facebook twitter pinterest
Lotto Cassazione assolve la titolare di una ricevitoria: versamenti tardivi per motivi di salute l'accusa di peculato non sussiste

ROMA - «Il fatto non sussiste». A stabilirlo è la sentenza della Corte di Cassazione sul ricorso presentato dalla titolare di una ricevitoria del lotto in provincia di Salerno. Lo scorso aprile la Corte d'Appello salernitana aveva confermato la condanna per peculato (pronunciata dal Tribunale di Vallo di Lucania) per il mancato versamento allo Stato di 48mila euro, ricossi mediante le giocate. Secondo la Cassazione, però, «le sentenze di
merito non riportano l'evidenza dell'avvenuta appropriazione» da parte dell'imputata «e, dunque, della realizzazione di un peculato». I giudici sottolineano in particolare che dalle prove «era emerso come la donna si fosse assentata per un periodo di tempo dal lavoro per ragioni di salute» e che per questo aveva ritardato oltre il termine il versamento delle somme dovute. Per i giudici supremi non è rilevante il fatto che, durante il periodo di assenza, la ricevitoria fosse stata gestita dal marito dell'imputata, che - secondo la Corte d'Appello - avrebbe dovuto effettuare i versamenti su sua indicazione. «Così argomentando, si finirebbe infatti con il far trascendere, in modo tanto surrettizio quanto inaccettabile, il peculato in delitto colposo». La Cassazione infine ricorda che la sanzione «deve essere parametrata alla gravità della condotta contestata, che non può essere sovrapposta a mere, seppur deplorevoli, inadempienze contrattuali verso la parte pubblica». L'eventuale colpa va invece configurata «nei soli casi in cui dalle caratteristiche del fatto emerga senza ombra di dubbio» l'intenzione di appropriarsi di somme appartenenti allo Stato.
LL/Agipro

Foto credits Brian Turner CC BY 2.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password