Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/12/2018 alle ore 20:48

Attualità e Politica

02/07/2018 | 16:36

Stop pubblicità giochi, il M5S replica alla Bergamini: “Il suo partito votò nel 2015 un provvedimento simile”

facebook twitter google pinterest
M5S pubblicità giochi bergamini

ROMA - Immediata la replica del Movimento 5 stelle alla deputata di Forza Italia Deborah Bergamini, che ha stroncato lo stop a pubblicità dei giochi e relative sponsorizzazioni contenuto nel Decreto Dignità. «Peccato che il suo partito nella scorsa legislatura votò in Senato l'urgenza della discussione del nostro disegno di legge per l'abolizione totale – hanno dichiarato i parlamentari  Francesco Silvestri, Massimo Enrico Baroni, Davide Zanichelli, Giovanni Endrizzi e Matteo Mantero - Era il 21 ottobre 2015. Un disegno di legge per l'abolizione totale di pubblicità e sponsorizzazioni, che ripercorre quanto previsto oggi nel Decreto Dignità di Luigi Di Maio». «La diffusione dell'azzardo – hanno ricordato - oltre a nuocere gravemente la salute come riconosciuto per legge con il decreto 18 marzo 2017 sui Lea, crea forti danni all'economia reale e danneggia il commercio e l'industria produttiva. Ogni euro in azzardo non viene speso nel commercio e nell'indotto, contraendo i consumi, frenando la produttività e facendo perdere posti di lavoro. Tutto questo oltre ai danni soci sanitari. È questo che la Bergamini difende».
Contrattacco della Bergamini, che dice che «se i 5 Stelle sono contro il gioco d'azzardo nel nostro Paese, lo vietino del tutto invece di vietarne solo la pubblicità, da ipocriti quali sono. Se invece vogliono far credere di poter combattere le ludopatie vietando la pubblicità delle schedine del calcio, sappiano che l'unico impatto che avrà il decreto Di Maio sarà quello di svuotare le casse dei club di calcio, con ripercussioni sul calciomercato e sulla competitività delle nostre squadre», ha ribadito.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password