Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/05/2021 alle ore 14:18

Attualità e Politica

02/02/2021 | 15:28

Manifestazione "rosa" a Montecitorio, le lavoratrici del gioco: "Noi come fantasmi, vogliamo tornare a lavorare"

facebook twitter pinterest
Manifestazione rosa a Montecitorio le lavoratrici del gioco: Noi come fantasmi vogliamo tornare a lavorare

ROMA - Coperte da lenzuoli bianchi e una maschera a coprire i volti. Il "carnevale" più difficile delle lavoratrici del gioco legale va in scena a Roma, in piazza di Montecitorio, che le imprenditrici e dipendenti del settore presidiano ormai da un mese. I "fantasmi del gioco pubblico", come oggi si sono definite, continuano a chiedere visibilità dai media e attenzione dai legislatori per risolvere una crisi che ha messo in ginocchio l'intero settore. Dopo oltre sei mesi di lockdown, parte delle misure per contenere l'emergenza epidemiologica, le donne del gioco vogliono chiarezza sul loro futuro e su quello di tutto il comparto. "Siamo invisibili, e siamo qui per non esserlo più", spiegano ad Agipronews. "Rappresentiamo 150mila lavoratori", ricorda Antonia Campanella, presidente EMI Rebus, una delle promotrici del presidio. "L'obiettivo di oggi, con le consultazioni in corso, non è ovviamente ottenere un'audizione, ma avere visibilità, raccontare all'opinione pubblica che ci siamo anche noi - continua - Ribadiamo l'assoluta necessità di tornare a lavorare". Il settore, ripetono le lavoratrici, "è ingiustamente penalizzato" e la cassa integrazione "comunque insufficiente" non viene ancora ricevuta dalla maggior parte dei dipendenti delle sale.

LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password