Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/02/2020 alle ore 20:43

Attualità e Politica

18/12/2019 | 09:45

Manovra, Mirabelli (PD): "Aumento tasse e diminuzione gioco non stanno insieme, serve riforma del settore"

facebook twitter google pinterest
Manovra Mirabelli PD tasse gioco

ROMA - «Penso che in Italia serva una riforma complessiva del settore del gioco. Non si può continuare a pensare da una parte di ridurre domanda e offerta di gioco, come sarebbe giusto, quindi avere meno macchinette nei bar, meno sale scommesse, zero pubblicità, e dall’altra parte aumentare le attese di entrate per lo Stato da tasse sul gioco». Lo ha detto il senatore del Pd Franco Mirabelli, intervenendo a La7.
«Se vogliamo diminuire domanda e offerta di gioco, dobbiamo prevedere che anche i soldi che entreranno nelle casse dello Stato saranno meno. In questa manovra c’è un punto: si continua ad aumentare il PREU (cioè la tassa sulle macchinette nelle sale giochi e nei bar e anche in questo campo ci sono lavoratori che rischiano il posto) ma si introduce anche la tassazione delle vincite su giochi su cui in precedenza non c’era nessuna tassa», spiega. «La tassazione, quindi, si distribuisce un po’. Al momento abbiamo aumentato le tasse e abbiamo diminuito di altre 100mila unità le macchinette nei bar (e di questo sono contento) ma è evidente che le due cose non stanno insieme: il problema sta a monte; si deve fare una riforma per diminuire domanda e offerta di gioco». 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password