Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/02/2024 alle ore 21:13

Attualità e Politica

19/12/2023 | 16:00

Mef, budget economico 2024-2026 Masaf: aumentano costi per nuove assunzioni e investimenti su sicurezza informatica

facebook twitter pinterest
Mef budget economico 2024 2026 Masaf aumentano costi nuove assunzioni investimenti sicurezza informatica

ROMA – “Tra i fenomeni che caratterizzano il budget a DLB 2024-2026” del Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste “si osserva un incremento dei costi propri nel triennio” (dai 175,5 milioni di euro del 2024 ai quasi 189 milioni del 2026), imputabile soprattutto ai costi per il personale e per ammortamenti e svalutazioni. È quanto si legge nel budget economico a DLB per il triennio 2024-2026 pubblicato dal Mef. In particolare, le spese per il personale subiscono “un forte incremento per le assunzioni previste dall'Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari”, mentre alla voce ammortamenti e svalutazioni crescono i costi per gli “aggiornamenti del software necessari per una maggiore sicurezza informatica”.

Infine, sempre con riferimento al Masaf, tra i cui compiti, ricorda il Mef, rientrano lo sviluppo del “settore ippico e competenze connesse a giochi e scommesse delle corse di cavalli”, oltre agli “interventi per la salvaguardia e la continuità dell’attività ippica in tutte le sue componenti”, la missione che incide maggiormente sul totale generale dei costi (pari a 2,4 miliardi per il 2024) è “Agricoltura, politiche agroalimentari e pesca”, che incide per il 97,09%. All’interno di questa missione rientra il programma “politiche competitive, della qualità agroalimentare, della pesca, dell’ippica e mezzi tecnici di produzione", a cui sono destinati circa 900 milioni di euro, e che è "costituito per la maggior parte da contributi concessi (95,03% dei costi del programma), in buona parte destinati a interventi complementari al Piano nazionale di ripresa e resilienza nell’ambito dei contratti di filiera, all’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA), al settore della pesca e dell’acquacoltura e a interventi per lo sviluppo del settore ippico”.

AB/Agipro

Foto Credits Carlo Dani CC BY-SA 4.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password