Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/07/2018 alle ore 12:35

Attualità e Politica

05/07/2018 | 11:53

Operazione Game Over, Cassazione conferma custodia cautelare per uno degli indagati

facebook twitter google pinterest
Operazione Game Over cassazione

ROMA - È stato respinto dalla Corte di Cassazione il ricorso presentato da Salvatore Cusumano, uno degli indagati dell' operazione Game Over, che lo scorso gennaio ha messo in luce un sistema di scommesse illecite con l'appoggio della mafia, con base logistica a Partinico. La Quinta sezione penale ha confermato il provvedimento del tribunale di Palermo, che aveva disposto nei confronti dell'indagato la custodia cautelare prima in carcere e poi agli arresti domiciliari. A Cusumano era stata contestata una serie di delitti connessi alla gestione illecita di piattaforme online di gioco su siti esteri, che aggiravano "la normativa del settore, quella fiscale e quella antiriciclaggio". Cusumano, in particolare, aveva il ruolo di consulente fiscale amministrativo e tributario dell'associazione. La sentenza della Cassazione ha confermato quanto già rilevato dal Tribunale di Palermo, per il quale le esigenze cautelari sono necessarie "per il pericolo di inquinamento delle prove" da parte dell'indagato e il rischio di fuga dovuto "alla possibilità di sfruttare le sue conoscenze all'estero".

LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password